Diritto e Fisco | Articoli

È vietato attraversare i binari?

15 Agosto 2020 | Autore:
È vietato attraversare i binari?

Pericoli connessi alla circolazione ferroviaria e norme sul transito dei treni. Quali sono i comportamenti che devono tenere i viaggiatori.

Se utilizzi spesso il treno per lavoro o per viaggio sicuramente ti sei già imbattuto nei divieti indicati nelle stazioni. Infatti, tutte le ferrovie sono dotate di apposita segnaletica e di audio preregistrati che ammoniscono i viaggiatori sulle condotte da tenere. Pensa, ad esempio, al messaggio che ti ricorda il divieto di salire sul treno senza un valido titolo di viaggio (il classico biglietto convalidato presso la macchinetta).

Gli accorgimenti che i passeggeri devono adottare per evitare pericoli sono tanti. Tra questi si prende in seria considerazione una condotta imprudente che molti, soprattutto giovani ragazzi, continuano a realizzare: l’attraversamento dei binari.

Il rischio connesso a un comportamento del genere è quello di venire travolti da un treno in transito. Tale mezzo, anche se circola a minima velocità nei pressi delle stazioni, ha il potere di uccidere un essere umano in pochi millesimi di secondo.

E allora perché rischiare inutilmente? Se è vietato attraversare i binari evidentemente vi sono delle ragioni importanti che giustificano una limitazione del genere.

Nelle righe che seguono vediamo quali sono le condotte che non si devono tenere all’interno delle stazioni ferroviarie. In particolare, nel nostro caso il punto di vista da prendere in considerazione è doppio. Da un lato vi sono gli obblighi ai quali devono adempiere i proprietari delle ferrovie e, dall’altro, vi sono i comportamenti che devono essere tenuti dai viaggiatori.

Vediamo nel dettaglio quali sono gli aspetti più rilevanti della materia.

Quali sono le disposizioni in materia di sicurezza ferroviaria?

Le disposizioni sulla circolazione ferroviaria sono contenute in un’apposita legge che ha il fine di garantire la regolarità del servizio di trasporto [1]. Al suo interno troviamo anche l’indicazione delle condotte vietate nelle stazioni.

In particolare, le norme adottate in materia si applicano alle ferrovie destinate al servizio pubblico per il trasporto di persone e di cose esercitate dall’Azienda autonoma delle ferrovie dello Stato o da un altro ente beneficiario di una concessione governativa. Tali disposizioni si rivolgono anche alle ferrovie private limitatamente al profilo della sicurezza delle persone e delle cose.

In entrambi i casi, le stazioni destinate alla circolazione dei treni devono essere collaudate e periodicamente oggetto di manutenzione. Tali adempimenti riguardano sia le linee già esistenti sia quelle di nuova costruzione. A tal fine, le aziende titolari di ferrovie devono essere provviste dei mezzi necessari per:

  • assicurare l’espletamento del servizio di trasporto;
  • eseguire l’ordinaria manutenzione dei veicoli, della propria sede, degli impianti e delle apparecchiature.

Ne deriva che per ragioni di tutela delle persone e delle cose le ferrovie e le loro dipendenze devono essere:

  • conservate in buono stato di efficienza per la sicura circolazione dei treni e dei veicoli, considerate anche le loro condizioni di esercizio;
  • provviste del personale necessario a garantire la sicurezza e la regolarità del servizio.

I titolari delle ferrovie devono inoltre adottare le misure e le cautele suggerite dalla tecnica e dalla pratica per evitare sinistri. Quando tuttavia si verifica un incidente, il personale è tenuto a:

  • prestare tutti i possibili soccorsi;
  • mettere in opera ogni mezzo opportuno per alleviare e limitare le conseguenze dei danni;
  • impedire il verificarsi di altri effetti.

In assenza di questi requisiti minimi e indispensabili, l’attività di trasporto pubblico non può essere esercitata.

Quali sono i comportamenti che devono tenere i viaggiatori?

Al pari dei titolari del servizio di trasporto, anche i passeggeri e i loro accompagnatori devono tenere delle condotte idonee a garantire la sicurezza delle stazioni. Infatti, tutti coloro che si servono delle ferrovie sono obbligati a osservare le prescrizioni relative al loro uso.

Gli utenti del servizio di trasporto sono quindi sempre tenuti ad attenersi alle avvertenze, agli inviti e alle disposizioni dell’azienda e del personale in servizio:

  • sia per quanto concerne la regolarità amministrativa (pensa, appunto, alla necessità di essere muniti di biglietto del treno);
  • sia per quel che riguarda l’ordine e la sicurezza del servizio di trasporto (pensa, ad esempio, al divieto di tirare il freno di emergenza in assenza di reale bisogno).

I trasgressori sono soggetti a una sanzione amministrativa pecuniaria di importo variabile a seconda della gravità della condotta posta in essere.

Infine, gli utenti delle ferrovie devono usare tutte le precauzioni necessarie a preservare la sicurezza e l’incolumità propria, delle persone, degli animali e delle cose che sono sotto la loro custodia. In caso di inosservanza di tali norme, le ferrovie non possono essere considerate responsabili delle conseguenze che ne derivano.

Allo stesso modo, è vietato al personale non dipendente di introdursi nelle aree, nei recinti, negli impianti ferroviari, nelle loro dipendenze e nei veicoli in sosta. Fanno eccezione soltanto le ipotesi in cui sia stata rilasciata un’apposita autorizzazione o vi siano esigenze relative all’esercizio dei diritti sindacali regolati da leggi o da accordi contrattuali (pensa, ad esempio, al diritto di sciopero). Per ovviare a tale inconveniente i proprietari delle ferrovie devono indicare le aree, gli impianti e i locali aperti al pubblico nei quali sono consentiti l’accesso e la sosta delle persone nonchè la circolazione e il parcheggio dei veicoli.

È vietato attraversare i binari? 

Tra le proibizioni applicate alla circolazione ferroviaria ve n’è una che merita particolare attenzione. Si tratta del divieto fatto alle persone estranee al servizio di camminare sui binari nelle stazioni e nelle fermate dei treni.

Se, infatti, non esistono appositi soprapassaggi o sottopassaggi, l’attraversamento è consentito soltanto nei punti stabiliti. In queste ipotesi, per effettuare il transito da un lato all’altro dei binari è necessario attenersi alle avvertenze indicate dall’apposita segnaletica.

In ogni caso è sempre  vietato attraversare un binario quando sullo stesso stia sopraggiungendo un treno, una locomotiva o qualsiasi altro mezzo mobile.

Inoltre, è vietato l’attraversamento in immediata vicinanza dei veicoli fermi oppure introducendosi negli stessi o fra due veicoli in sosta, siano essi agganciati o disgiunti. Tuttavia, quando è indispensabile per il servizio dei viaggiatori, può  essere consentito di attraversare i binari fra due colonne di veicoli fermi o alle loro estremità. Anche in tale ipotesi però bisogna attenersi alle avvertenze del personale in servizio.


note

[1] D.P.R. 11.07.1980 n. 753 “Nuove norme in materia di polizia, sicurezza e regolarità dell’esercizio delle ferrovie e di altri servizi di trasporto”


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube