Reddito di emergenza: al via le domande

22 Maggio 2020
Reddito di emergenza: al via le domande

Online sul sito Inps il servizio per inviare le istanze, da oggi fino al 30 giugno. Autenticazione con Pin, Spid, Cns e Cie, oppure tramite i patronati.

Partono oggi le domande per il Reddito di Emergenza introdotto dal Decreto Rilancio. Sul sito dell’Inps è online la procedura per poter richiedere il nuovo aiuto stabilito in favore di circa due milioni di cittadini in difficoltà sociali ed economiche per l’emergenza Coronavirus e privi di altre fonti di sostegno al reddito.

Ora potranno ricevere tra i 400 euro e gli 800 euro per i mesi di aprile e di maggio. L’assegno sarà erogato in due quote mensili; l’ammontare base è di 400 euro e può essere aumentato in base alla situazione economica e familiare fino a 800 euro, mentre se nel nucleo sono presenti persone con disabilità grave o non autosufficienti, l’importo potrà raggiungere gli 840 euro.

La notizia dell’attivazione della procedura da parte dell’Inps è stata fornita dal ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo, con un annuncio su Twitter.

“Questo strumento – spiegano i deputati del Movimento 5 Stelle in Commissione Lavoro alla Camera in una nota diffusa dall’Adnkronos – è stato introdotto grazie al lavoro del governo e in particolare della ministra Catalfo sul Decreto Rilancio ed è rivolto ai nuclei familiari in maggiore difficoltà. Per presentare la domanda è sufficiente autenticarsi sul sito dell’Inps e seguire le indicazioni presenti per compilare correttamente la domanda”, continuano i deputati.

“Con l’arrivo in Parlamento del Decreto Rilancio potremo lavorare per migliorare ancora di più questi interventi fondamentali per la tenuta del nostro tessuto sociale e per dare sostegno a chi ha sofferto di più”, concludono.

Come presentare la domanda

A partire da oggi è possibile inserire la domanda per richiedere il Reddito di Emergenza. Le istanze possono essere inoltrate all’Inps utilizzando il servizio online disponibile sul sito internet dell’Istituto.

Le domande dovranno essere presentate all’ente di previdenza esclusivamente in modalità telematica entro il 30 giugno 2020, autenticandosi con Pin, Spid, Carta Nazionale dei Servizi e Carta di Identità Elettronica. Per la presentazione della domanda ci si potrà avvalere anche degli istituti di patronato.

Il Reddito di Emergenza – ricorda l’Inps – è subordinato al possesso dei requisiti di residenza, economici, patrimoniali e reddituali indicati all’articolo 82 del Decreto Rilancio.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube