Diritto e Fisco | Articoli

Se non pago l’abbonamento mi bloccano il telefono?

25 Maggio 2020 | Autore:
Se non pago l’abbonamento mi bloccano il telefono?

Mezzi di comunicazione, nuove tecnologie, status symbol. I costi da sostenere per rimanere al passo con i tempi. Rimedi in caso di ristrettezze economiche.

Negli ultimi anni il cellulare ha assunto il ruolo di strumento simbolo del potere economico.

Il mercato della telefonia è caratterizzato da una concorrenza sfrenata tra i diversi produttori. Le varie compagnie che operano in Italia e all’estero si fanno la guerra a colpi di promozioni e di offerte last minute.

L’obiettivo di tutti è quello di sviluppare e di lanciare il prodotto più allettante, più innovativo e più economico prima degli altri. Bisogna battere i propri avversari sul tempo e sfruttare tutte le informazioni fornite dalla scienza e dalla tecnica per realizzare un bene unico nel suo genere.

Il telefonino è, dunque, uno status symbol: ti rappresenta, comunica agli altri la tua condizione economica, ti consente di inserirti nella società senza rischio di essere emarginato. Esso non è più soltanto un mezzo di comunicazione, ma ti permette di essere sempre connesso con il resto del mondo, di lavorare e di rimanere costantemente aggiornato.

Chiaramente tutti questi servizi hanno un costo. Il prezzo del cellulare può essere più o meno elevato, ma se non hai la possibilità di affrontare una spesa eccessiva non puoi fare altro che rinunciare all’acquisto. Oppure, puoi scegliere una soluzione alternativa: il pagamento del telefono a rate. In questo caso ti consigliamo, però, di farti una domanda: “se non pago l’abbonamento mi bloccano il telefono?” È questa, infatti, un’eventualità che non devi trascurare.

Affrontiamo la questione nell’articolo che segue.

È possibile comprare un telefono a rate?

Hai preso la tua decisione. Vuoi il telefono dei tuoi sogni e per comprarlo sei disposto a tutto, anche a chiedere un prestito e a pagare le rate mensili. Il prezzo del cellulare è, infatti, molto elevato: è uno strumento di ultima generazione, full optional, con fotocamera professionale, memoria illimitata. Insomma, rappresenta il sogno di tutta la tua vita e, inoltre, ti consente di lavorare ovunque senza problemi di pc o di connessione wi fi.

Hai ancora qualche dubbio sulla strada da seguire e inizi a documentarti su Internet. Conviene chiedere un finanziamento a una banca oppure puoi usufruire di un abbonamento tutto incluso?

Le conseguenze sono diverse a seconda che scegli l’una o l’altra soluzione. Infatti, se decidi di pagare il tuo telefonino in un’unica volta devi avere con te il denaro a sufficienza. In tal caso, a meno che tu non abbia dei risparmi personali, devi presentare una richiesta di finanziamento a un istituto di credito specificando le ragioni della domanda. Anche se i tempi di risposta sono piuttosto veloci, l’erogazione del denaro non è immediata: possono passare un paio di settimane dal momento della tua istanza.

Infine, metti in conto un altro aspetto. Se risulti nella lista dei cattivi pagatori tenuta dal Crif o dalla Centrale dei Rischi della Banca di Italia, sicuramente il prestito non ti viene concesso.

In ogni caso, devi mettere in preventivo il versamento delle rate mensili, il cui importo e numero varia a seconda della cifra che sei disposto a pagare e degli interessi che vengono applicati alla tua pratica.

Come funziona l’acquisto di un cellulare con abbonamento?

Le più importanti compagnie telefoniche presenti sul mercato consentono oggi di acquistare un cellulare con una formula tutto compreso.

A tal fine, ferme restando le differenze tra le varie aziende, in linea di massima per usufruire dell’offerta sono richieste come condizioni indispensabili:

  • la sottoscrizione di un contratto di abbonamento che, di norma, ha una durata non inferiore a 24 mesi;
  • il pagamento di una somma mensile preventivamente concordata;
  • la comunicazione dei dati bancari per autorizzare il prelievo diretto tramite rid (ossia dal tuo conto corrente).

Le condizioni della promozione variano a seconda del tipo di cellulare che acquisti e della tariffa alla quale aderisci. Se, ad esempio, scegli l’opzione minuti e giga illimitati paghi una somma maggiore di quella prevista per la soluzione con un traffico telefonico ridotto.

A dire il vero, per maggiore completezza, devi sapere che l’abbonamento può essere firmato anche senza l’acquisto di un telefono. Se hai già il tuo cellulare e non vuoi cambiarlo puoi decidere di sostituire la sim ricaricabile con un abbonamento mensile che ti libera dal pensiero del credito residuo.

In entrambi i casi, però, le conseguenze che derivano dal mancato pagamento del canone sono le stesse: vieni sanzionato sotto diversi punti di vista.

Se non si paga l’abbonamento il telefono viene bloccato?

Hai trovato un’ottima promozione che ti permette di comprare il cellulare che desideri e di sfruttare una tariffa molto conveniente. Decidi, quindi, di lasciare da parte l’idea del prestito per seguire la strada dell’abbonamento telefonico. Tutto procede secondo i programmi fino a quando non perdi il lavoro. A poco a poco il tuo conto corrente si prosciuga e non puoi più pagare la rata mensile. La compagnia decide di tutelarsi e arriva al punto di portarti in Tribunale.

Gli effetti di questa situazione sono, infatti, diversi e seguono una strada ben precisa. Se diventi moroso e permani in questa condizione subisci:

  1. sollecito di pagamento: la compagnia ti ricorda che devi mettere in regola la tua posizione e ti avvisa che se non lo fai adotterà le dovute cautele;
  2. limitazione del traffico dati: se non adempi dopo il sollecito, l’azienda interviene sulla tua linea telefonica e ti consente di usare il cellulare soltanto per ricevere chiamate e messaggi;
  3. blocco totale: se rimani insolvente, le funzioni del telefono vengono sospese sia per le chiamate in uscita sia per quelle in entrata;
  4. procedure esecutive: per recuperare il credito insoddisfatto, la compagnia telefonica può rivolgersi a un giudice per chiedere un decreto ingiuntivo e, via via, giungere sino al pignoramento di uno dei tuoi beni.

Alla luce di quanto considerato sino a ora, è opportuna una riflessione. Prima di lanciarti in una spesa sproporzionata ed eccessiva rispetto alle tue capacità valuta attentamente le conseguenze alle quali puoi andare incontro. Verifica, in altre parole, se il gioco vale la candela.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube