Coronavirus, Bill Gates: vaccino entro gennaio

28 Maggio 2020
Coronavirus, Bill Gates: vaccino entro gennaio

Secondo il fondatore di Microsoft ci sono buone probabilità di ottenere un preparato artificiale che ci dia l’immunità dal Covid per l’inizio del 2021.

La scienza ce la mette tutta. La ricerca procede a marce forzate per trovare un vaccino al Coronavirus. La buona notizia di oggi la dà Bill Gates. Secondo il creatore di Microsoft, è possibile che già a gennaio 2012 avremo una terapia immunizzante dal Covid-19: la Commissione europea ha trasmesso oggi una sua dichiarazione in merito, durante una conferenza che vedeva il magnate collegato con la presidente Ursula Von Der Leyen.

“Ci sono buone notizie sui progressi scientifici – ha detto l’imprenditore -. In giro per il mondo, i ricercatori stanno facendo grandi passi nello sviluppo di farmaci e di un vaccino. Abbiamo buone possibilità di avere un vaccino funzionante entro gennaio: sarebbe il vaccino creato più velocemente nella storia dell’umanità”.

Gates è copresidente della fondazione che prende il suo nome e quello della moglie, la Bill Melinda Gates Foundation, che sta finanziando di tasca propria le ricerche sul vaccino. L’imprenditore è anche bersaglio di una serie di teorie del complotto, secondo le quali Gates vorrebbe sfruttare l’emergenza Covid e quindi il vaccino per impiantare microchip nelle persone e tracciarne i movimenti, da qui il suo interesse privato a sovvenzionare la ricerca scientifica. Secondo un’indagine di Slate.com, il 60% degli americani adulti ne è convinto o non si sente di escluderlo con certezza.

Cooperazione, unica via al vaccino per tutti

L’imprenditore ha anche sottolineato una criticità riguardante il vaccino: non dobbiamo solo trovarlo, ma renderlo disponibile per tutti. “Dobbiamo chiederci quanto sia un bene avere questo vaccino, se non può arrivare a tutti nel mondo – ha affermato Gates -. Il virus non rispetta i confini e non gli importa della vostra nazionalità. Quindi, perché il mondo sconfigga la Covid-19 serve di più che la scienza: servono passi avanti decisivi nella generosità e nella cooperazione globale”.

Il fondatore di Microsoft si è detto “molto grato alla presidente Ursula von der Leyen e alla Commissione Europea, l’anno scorso era difficile immaginare che il mondo potesse riunirsi per risolvere una grande sfida globale come questa”. I cambiamenti, ha detto l’imprenditore, parlavano più di un mondo “ripiegato su se stesso”, che non disposto ad aiutare: lo spirito giusto, l’unico possibile, è la solidarietà. “Siamo tutti connessi non solo dal fatto che siamo tutti esseri umani, ma anche dalla nostra vulnerabilità a un virus che lega lo stato di salute di ciascuno. E quindi dobbiamo occuparci di tutti. Nella tristezza della pandemia, questo è un raggio di luce, e dovrebbe mantenere viva la speranza“.

I vip ci mettono la faccia

Non c’è solo il filantropo statunitense a promuovere la ricerca del vaccino. Molti i vip coinvolti in prima persona nella battaglia contro il virus che, sfruttando la propria popolarità, lanciano messaggi per far rispettare le norme di prevenzione anti-Covid o raccolgono direttamente fondi per la ricerca.

Solo per fare alcuni nomi: Hugh Jackman, Justin Bieber e poi Lady Gaga, che ha scritto ai leader mondiali su Twitter chiedendo loro di sostenere le attività di ricerca, oltre al concerto “One world together at home” che ha raccolto all’incirca 130 milioni di dollari. Di questi 55 andranno all’Organizzazione mondiale della sanità per la risposta alla crisi, mentre 72 finanzieranno organizzazioni no profit.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube