Diritto e Fisco | Articoli

Papa Francesco difende il matrimonio da separazioni e divorzi

26 Ottobre 2013
Papa Francesco difende il matrimonio da separazioni e divorzi

Il Papa: avviciniamoci a famiglie in crisi e separati; la diminuzione delle cause è solo per la crisi economica.

La famiglia è una “comunità” non una “somma delle persone che la costituiscono”, è “il centro naturale della vita umana” e per questo “chiede di essere riconosciuta come tale, tanto più oggi, quando prevale la tutela dei diritti individuali”. “Proponiamo a tutti, con rispetto e coraggio, la bellezza del matrimonio e della famiglia” e “avviciniamoci con attenzione e affetto alle famiglie in difficoltà”, a partire dai “coniugi in crisi e a quelli ormai separati. A tutte vogliamo stare vicino”. Lo ha affermato papa Francesco ricevendo ieri i partecipanti alla plenaria del pontificio consiglio per la Famiglia, il dicastero che si occupa della pastorale su un tema che Bergoglio ha già indicato come tra i prioritari del suo pontificato.

Sempre più matrimoni, ogni anno, finiscono in tribunale. Circa 86mila ogni anno, secondo gli ultimi dati Istat sulle separazioni. A cui si aggiungono i 55mila divorzi che concludono un doppio passaggio giudiziario pieno di spese e spesso di ulteriori litigi. E le parole d’ordine del crack della famiglia sono sempre le stesse: affidamento ed educazione dei figli, abitazione, assegno di mantenimento, divisione dei beni.

Ma è anche vero che, nell’Italia della crisi economica ci si separa (e si divorzia) meno. Non perché ci si ama di più. Piuttosto per necessità. Lasciarsi costa, soprattutto quando non si è d’accordo su (quasi) nulla, non solo sulla fine dell’amore, ma anche sui rispettivi obblighi e sui doveri verso i figli. Rivolgersi al giudice per riconquistare libertà e serenità è un lusso che non sempre ci si può permettere quando si riesce appena ad arrivare a fine mese. E così si resta insieme. I Tribunali respirano, assai meno marito e moglie. E i figli. Costretti tutti sotto lo stesso tetto, a respirare conflittualità, aggressività, se non vera e propria violenza.

La diminuzione di separazioni e divorzi, quindi, non va letta come il trionfo della famiglia.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube