Cronaca | News

Salvini ripropone la flat tax

29 Maggio 2020
Salvini ripropone la flat tax

La proposta di legge della Lega per la riduzione della pressione fiscale sulle famiglie italiane.

Non se ne parlava più dai tempi della caduta del Governo Conte 1, del quale faceva parte la Lega, che la aveva introdotta per le partite Iva fino a 65mila euro. Poi, la flat tax, che doveva essere estesa a quelle fino a 100mila euro, era scomparsa anche dalla legge di Bilancio 2020 e dai successivi piani di riforma fiscale approntati durante l’emergenza Coronavirus.

Oggi, la rilancia Matteo Salvini, che propone la «rivoluzione fiscale» ed annuncia la presentazione di una proposta di legge al riguardo. Un testo corposo, composto di 46 articoli per un valore di interventi di 13 miliardi di euro e che contiene – precisa il leader della Lega – «nomi, dati, articoli e coperture».

Il principio di questa riforma è, spiega Salvini all’agenzia stampa Adnkronos, «pagare meno, pagare tutti grazie alla flat tax». Cofirmatario della proposta è il senatore della Lega Armando Siri.

«Il presente disegno di legge – si legge nella proposta – intende fare un ulteriore importante passo avanti nella riduzione della pressione fiscale volta all’introduzione, per tutti i contribuenti, della flat tax in Italia, già iniziata con la legge di bilancio per il 2019. Dopo la prima fase, destinata alla flat tax per le partite Iva, serve ora portare a compimento il progetto con la seconda e la terza fase dell’introduzione della flat tax, a cui è dedicata la presente proposta di legge».

La seconda fase «viene attuata attraverso: l’introduzione della flat tax per le famiglie fiscali; l’accorpamento delle ultime tre aliquote dell’imposta sul reddito delle persone fisiche; l’introduzione per 3 anni della flat tax sul reddito incrementale Irpef e Ires; la riduzione dell’aliquota dell’Ires».

«Attualmente – si legge nel testo della proposta della Lega – la tassazione del reddito è su base individuale e caratterizzata da meccanismi di determinazione della base imponibile e dell’imposta a volte molto complessi. L’obiettivo della presente proposta di legge dunque è duplice: da un lato, creare una semplificazione del sistema e dall’altro giungere, quantomeno con riguardo a soglie non elevate di reddito, a una riduzione della pressione fiscale complessivamente gravante sulla famiglia».

Nello specifico, ha spiegato Siri, la fase 2 della flat tax «prevede che ci sia un’aliquota unica per le famiglie monocomponente con reddito fino a 30mila euro, famiglie monoreddito fino a 60mila euro, le famiglie con reddito fino a 70mila euro. Si lascia il concetto della tassazione individuale per passare a una tassazione familiare».

Aggiunge Siri: «Sinora abbiamo speso miliardi in bonus, cig, sussidi, per avere insomma delle aspirine. Con la flat tax, con un intervento di 13 miliardi, avremo un antibiotico che aiuta le imprese, le famiglie e il lavoro, creando un circolo virtuoso». Ora – conclude Salvini – «mettiamo questo documento nelle mani del Parlamento e del Governo».



1 Commento

  1. sulla Flat tax, unico commento è : FReg(a) Tass. Ossia chi non pagava fino a ieri, e quindi Fregava le tass, con la Frag tass continuerà, oggi legalmente, a fregar le tass

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube