Coronavirus, quando è ragionevole aspettarsi la seconda ondata

29 Maggio 2020
Coronavirus, quando è ragionevole aspettarsi la seconda ondata

Per ora rimane un’ipotesi, ma il presidente dell’Istituto superiore di sanità Silvio Brusaferro individua una precisa finestra temporale in cui i contagi potrebbero aumentare.

Dare certezze è rischioso: il Coronavirus resta ancora per molti aspetti uno sconosciuto. La scienza si avventura, per questo, più nel campo delle possibilità, facendo ipotesi basate su esperienze pregresse e comportamento di altre infezioni respiratorie.

“Un dato obiettivo”, per il presidente dell’Istituto superiore di sanità (Iss) Silvio Brusaferro, che oggi ha parlato in Commissione Bilancio della Camera, è che “tradizionalmente, l’autunno, da ottobre in poi, è il tempo in cui le infezioni delle vie respiratorie si diffondono. È la stagione, per esempio, in cui si raccomanda la vaccinazione antinfluenzale, al di fuori del Covid”. C’è quindi intanto una questione di calcolo delle probabilità a propendere per una maggiore circolazione del virus dall’autunno in poi, perché così fan tutti gli altri virus, intende Brusaferro.

Il motivo, ha spiegato durante l’audizione il presidente Iss, è quello della “riduzione delle ore di sole e del tempo che la gente trascorre all’aria aperta, restando per lo più in ambienti confinati“. Circostanze, ha affermato Brusaferro, in cui “la probabilità delle infezioni delle vie aeree aumenta”. “È evidente che una patologia come quella sostenuta dal virus Sars-CoV-2, che è trasmessa via droplet e per contatto, si può maggiormente diffondere in questa fase storica – ha proseguito il numero uno dell’Iss – e può anche essere caratterizzata da una confusione con altre sintomatologie respiratorie, da qui la raccomandazione al vaccino antinfluenzale, soprattutto per le categorie a rischio”.

Brusaferro, quindi, partendo da un assunto generale, è arrivato alla previsione specifica sul virus. Che solo una previsione, e non una certezza granitica, può essere, proprio perché al momento le certezze sono ben poche. “È chiaro – ha detto – che tanto più ti avvicini alla stagione dove questo tipo di infezioni si verificano, tanto più puoi andare incontro a una probabilità di maggior diffusione. L’ipotesi della seconda ondata è legata a questo tipo di caratterizzazione. Dal punto di vista tecnico scientifico questo è un dato obiettivo che conosciamo: in autunno aumenta la probabilità di trasmissione“. Dei virus in genere, di conseguenza anche del Covid.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube