Cronaca | News

Coronavirus, l’Iss: arriverà la seconda ondata

29 Maggio 2020 | Autore:
Coronavirus, l’Iss: arriverà la seconda ondata

Il presidente Brusaferro: si andrà incontro a nuovi contagi. Sarà determinante la fase di riapertura tra le regioni.

Questa volta non ci saranno più alibi perché, a differenza di quanto accaduto a febbraio, l’Italia è avvisata: in autunno, arriverà una seconda ondata di contagi di coronavirus. Il Paese, quindi, dovrà trovarsi preparato.

Lo sostiene il presidente dell’Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro, intervenuto durante l’audizione alla commissione Bilancio della Camera.

«Più ci si avvicina all’autunno – avverte il capo dell’Iss – più si può andare incontro ad una maggiore diffusione: l’ipotesi di una seconda ondata è legata a questa caratterizzazione. È un dato obiettivo, in autunno aumenta la probabilità di trasmissione: cambia il clima e rimaniamo maggiormente in ambienti confinati».

Non a caso, continua Brusaferro, «l’autunno è la stagione in cui le infezioni delle alte vie respiratorie si diffondono, è la stagione in cui si raccomanda la vaccinazione antinfluenzale. Per gli scenari che possiamo immaginare, una patologia come quella legata al coronavirus si può maggiormente diffondere e si può creare confusione con altre sintomatologie di tipo respiratorio».

Il presidente dell’Iss non può ignorare l’appuntamento del 3 giugno, giorno in cui si dovrebbero aprire le frontiere delle regioni e consentire gli spostamenti in tutto il territorio nazionale. «Con la prossima settimana – riflette Brusaferro – ci avviamo a una sfida sarà ancora più importante perché sarà liberalizzata la mobilità tra regioni e anche quella internazionale. Questo richiederà una capacità ancora più attenta di monitorare e rispondere a focolai».



4 Commenti

  1. Dichiarazioni senza alcun presupposto scientificamente fondato… Opinioni di un esperto… Anch’io nel mio campo sono un esperto, ma non è detto che sempre c’azzecco!!!

    1. esatto…continuano a mietere paura invece di dare un minimo di tranquillita’…ma percheì non si dimettono??

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube