Obbligo iscrizione albo infermieri: a chi spetta

29 Maggio 2020
Obbligo iscrizione albo infermieri: a chi spetta

Deve provvedere il datore di lavoro presso cui il dipendente pubblico lavora in regime di esclusività: l’azienda sanitaria deve anche sostenere i costi. 

L’obbligo di iscrizione all’albo professionale degli infermieri è a carico del datore di lavoro. Lo ha stabilito una nuova sentenza della Corte d’Appello di Trieste, dando ragione a 215 infermieri che avevano presentato un ricorso al tribunale di Pordenone attraverso il proprio sindacato Nursind.

Le motivazioni del provvedimento sono state depositate oggi. Ne dà notizia, in una nota diffusa dall’agenzia stampa Adnkronos, la Nursind, sottolineando che la sentenza stabilisce anche il diritto al rimborso della relativa spesa di iscrizione da parte della pubblica amministrazione in cui l’infermiere lavora a tempo pieno e indeterminato.

«Finalmente si delinea in maniera netta la situazione lavorativa dell’intera categoria», commenta Andrea Bottega, segretario nazionale del sindacato degli infermieri Nursind. «È quello che abbiamo sempre sostenuto. Per noi si tratta di una vittoria importante destinata a fare giurisprudenza. Da oggi in poi, sarà chiaro a tutti che l’infermiere dipendente pubblico lavora in regime di esclusività e che non può svolgere la propria professione per terzi, a differenza dei medici a cui, per legge, non è preclusa la libera professione».

È proprio da questo assunto, spiega il sindacato, che «discendono le conclusioni della Corte d’Appello di Trieste e cioè che i costi dell’iscrizione all’albo, quando sussiste il vincolo di esclusività, devono gravare sull’azienda sanitaria pubblica che beneficia in via esclusiva dell’attività professionale degli infermieri».

Si tratta di una situazione analoga a quella della categoria degli avvocati dipendenti della pubblica amministrazione. «È evidente che questa sentenza – conclude Bottega – finirà col condizionare lo stato delle finanze pubbliche ma servirà pure da sprone nei confronti del legislatore, nell’ottica della liberalizzazione dell’attività professionale autonoma dell’infermiere».

Leggi anche iscrizione albo infermieri: ultime sentenze.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube