Diritto e Fisco | Articoli

I bollettini postali da ora si pagano anche al supermercato dopo la spesa

28 Ottobre 2013


I bollettini postali da ora si pagano anche al supermercato dopo la spesa

> Diritto e Fisco Pubblicato il 28 Ottobre 2013



Utenze pagabili alla cassa con bancomat, carta di credito o cash.

Nel carrello della spesa, da oggi, ricordati di mettere anche le bollette della luce e del gas. Già, perché i bollettini postali premarcati, quelli con il codice a barre (ccp), potranno essere pagati alla cassa dopo le confezioni di pasta e dei surgelati.

A inaugurare il nuovo servizio è la catena di supermercati Esselunga, che ha reso noto, con un comunicato pubblico, la funzionalità già attiva in tutti i suoi 144 negozi.

La catena ha, infatti, stretto un accordo con Poste Italiane grazie a cui, da oggi, i clienti potranno pagare i bollettini postali delle utenze o di qualsiasi altro servizio.

I cittadini dovranno consegnare il bollettino alla cassiera e procedere al pagamento in contanti, bancomat o carta di credito (escluso la Fidaty Oro).

Il costo del servizio è di 1,50 euro per ciascun bollettino: solo 20 centesimi in più rispetto a qualsiasi sportello delle Poste.

E la ricevuta di pagamento? Semplice: sarà lo scontrino stesso che la cassa avrà stampato al termine dell’operazione.

Diffidenti? Nessun timore. Già 40.000 bollettini postali sono stati, sino ad oggi, pagati con successo.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI