Lifestyle | News

Come farsi portare il cibo in spiaggia

1 Giugno 2020
Come farsi portare il cibo in spiaggia

L’emergenza Coronavirus lancia la moda del food delivery anche al mare.

Il cibo a domicilio arriva sulla spiaggia. La tendenza a farsi portare pietanze direttamente a casa, già molto diffusa, come testimoniano i numeri di consegne di colossi come Glovo, Just Eat ecc., ha conosciuto un incremento nel periodo dell’emergenza Coronavirus. Un’abitudine che gli italiani, probabilmente, continueranno a mantenere anche dopo la pandemia. Tant’è che c’è chi ha pensato a un sistema per garantire le consegne anche in spiaggia.

Si chiama Cibilio, piattaforma online di cui ci parla l’agenzia di stampa Adnkronos. L’idea è di Altrama, software house con sede a Cosenza che ha immaginato questo servizio in forma gratuita per gli utenti e con diverse tariffe per i titolari di bar, pizzerie, ristoranti, caffè. Servirà gli stabilimenti balneari, testimoniando l’iniezione di tecnologia cui le spiagge si stanno preparando per un’estate in sicurezza, senza rinunciare a comodità e relax.

Funziona così: il bagnante punta sul QrCode e si collega sul dominio che lo stabilimento ha creato sul portale Cibilio.it, sceglie il suo piatto preferito dal menu, indica il numero dell’ombrellone e l’ora in cui preferisce farselo portare. Il tutto in pochi clic via smartphone, senza muoversi dalla propria sdraio.

Si può pagare in contanti, online con un’integrazione con PayPal o con il modulo Axepta Bnp Paribas, per i pagamenti con carta di credito. In Calabria, alcuni lidi – i primi – hanno già aderito al servizio.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube