Business | Articoli

Agevolazioni per assunzione disoccupati: finalmente sbloccata

7 Agosto 2014
Agevolazioni per assunzione disoccupati: finalmente sbloccata

Bonus 2012 sbloccati: entro il 30 settembre all’Inps le richieste per chi ha assunto disoccupati.

Le domande per fruire delle agevolazioni previste per l’assunzione di disoccupati avvenute nel 2012 vanno presentate entro il 30 settembre 2014. Con la pubblicazione, avvenuta ieri, della circolare 98 dell’Inps si avvicina alla conclusione una vicenda che si protrae da quasi due anni.

Era il novembre 2011, infatti, quando con la legge 183 sono stati prorogati per il 2012 i benefici introdotti in via sperimentale dalla legge 191/2009 al fine di favorire l’occupazione di lavoratori disoccupati che si trovavano in condizioni particolari. La misura era stata finanziata per il 2010 (allora con ben 252 milioni di euro) e poi prorogata per il 2011. Nel novembre di tre anni fa era poi arrivata la conferma anche per il 2012 (non c’è stata invece per il 2013).

Tuttavia il decreto ministeriale di attuazione, con il quale si sono dovuti anche indicare gli importi delle coperture finanziarie, ha visto la luce il 2 settembre 2013 ed è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 31 gennaio 2014. Dopo altri sei mesi è ora arrivata la circolare dell’Inps che consente agli imprenditori interessati di presentare le domande per accedere agli sgravi contributivi.

Le agevolazioni sono previste per chi ha assunto beneficiari di indennità di disoccupazione non agricola con requisiti normali e con almeno cinquanta anni di età; per chi prosegue il rapporto di lavoro con dipendenti già in forza che siano stati in precedenza assunti dalle liste di mobilità o mentre beneficiavano dell’indennità di disoccupazione non agricola con requisiti normali, con almeno 50 anni di età e almeno 35 anni di contributi; chi assume a tempo pieno e indeterminato beneficiari di indennità di disoccupazione non agricola con requisiti normali o del trattamento speciale di disoccupazione edile. I fondi disponibili per il 2012 ammontano rispettivamente a 769.453,38 euro; 37.506,17 euro; 794.629 euro.

La domanda per accedere al bonus deve essere presentata esclusivamente online utilizzando l’applicazione Diresco sul sito dell’Inps. L’istituto precisa che entro il 30 settembre dovranno inviare la domanda anche quei datori di lavoro che per errore l’abbiano già presentata.

Nonostante siano trascorsi quasi due anni dalla proroga dell’incentivo, non è detto che tutti i richiedenti vedranno soddisfatta la richiesta in quanto le domande verranno accolte fino a esaurimento dei fondi.

Qualora gli stessi non siano sufficienti, il beneficio sarà concesso seguendo le graduatorie basate sull’ordine cronologico di decorrenza dell’assunzione, della proroga, della scadenza dell’agevolazione originaria o della maturazione dei 35 anni di contributi. «Al fine di consentire la pubblicazione delle graduatorie in breve tempo» si legge nella circolare, le sedi Inps dovranno concludere le procedure entro il 31 ottobre.

 

I PUNTI DELLA LEGGE

 

Assunzione over 50

Chi assume un beneficiario, con almeno 50 anni, dell’indennità di disoccupazione non agricola con requisiti normali o trasforma in tempo indeterminato un contratto a termine o proroga quest’ultimo può contare su una contribuzione pari a quella prevista per gli apprendisti. L’agevolazione vale per la durata del rapporto di lavoro e non oltre il 2012. In caso di proroga del contratto la durata massima del bonus è di 12 mesi.

 

 

Prolungamento

Chi prosegue il rapporto di lavoro con dipendenti (almeno 50enni e con almeno 35 anni di contributi) già assunti da liste di mobilità o mentre godevano dell’indennità di disoccupazione non agricola può contare su una contribuzione pari a quella prevista per gli apprendisti. Il bonus si applica fino al diritto al pensionamento e comunque non oltre il 2012.

Indeterminato

Chi assume a tempo pieno e indeterminato un beneficiario di indennità di disoccupazione non agricola con requisiti normali o la disoccupazione edile ha diritto a un incentivo mensile pari all’indennità che sarebbe spettata al lavoratore assunto, per ogni mensilità o quota di mensilità residue rispetto a quelle già percepite, con esclusione di quanto sarebbe stato riconosciuto a titolo di contribuzione figurativa.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube