Diritto e Fisco | Articoli

Come trovare assicurazione da targa

5 Giugno 2020
Come trovare assicurazione da targa

L’iter da seguire per conoscere la polizza assicurativa di un veicolo partendo dal solo numero di targa.

Immagina di essere alla guida a bordo della tua macchina. Non vedi l’ora di tornarne a casa dopo una lunga giornata di lavoro. Giunto all’incrocio, però, succede l’imprevedibile: una macchina non rispetta il segnale di stop e ti prende in pieno. Non fai in tempo a renderti conto della situazione che il conducente è già andato via senza lasciare i suoi dati personali. Tuttavia, per un pizzico di fortuna, sei riuscito a memorizzare il numero di targa del veicolo. Il giorno dopo ti rechi subito dal tuo avvocato di fiducia per avviare la pratica per ottenere il risarcimento del danno.

Ma come trovare l’assicurazione dal numero di targa? Dal 2015 in poi, esporre il tagliando della polizza sul parabrezza del veicolo non è più obbligatorio. Oggi, infatti, la verifica della copertura assicurativa del mezzo avviene telematicamente. Se sei interessato all’argomento ti consiglio di metterti comodo e di proseguire nella lettura del presente articolo.

Cos’è l’assicurazione?

L’assicurazione è un contratto che consente ad una compagnia di risarcire i danni involontariamente causati (a cose e persone) da un veicolo. Naturalmente, le polizze coprono i danni fino ad un certo massimale fissato nel contratto e hanno tariffe diverse a seconda dei servizi offerti. 

Che si tratti di una macchina, un camper, una moto, ecc. non importa. Ogni veicolo a motore, per poter circolare su strada, deve essere assicurato. In caso contrario, il rischio è molto elevato: si va dalla semplice multa al sequestro del mezzo. 

Va precisato, inoltre, che solo l’assicurazione RC (cioè quella per la responsabilità civile) è obbligatoria. Esistono, infatti, delle garanzie accessorie (ad esempio, la polizza cristalli, furto e incendio, ecc.) che sono facoltative, cioè l’attivazione è lasciata alla discrezionalità del proprietario del mezzo.

Come trovare assicurazione da targa

Trovare l’assicurazione di un veicolo partendo da numero di targa è un’operazione sempre più facile, considerati gli strumenti online messi a disposizione gratuitamente. Pertanto, se un conducente scappa dopo aver tamponato una macchina, farla franca è praticamente impossibile. 

Quindi, per sapere se un veicolo è o meno in possesso della polizza assicurativa basta consultare il sito internet “Il Portale dell’Automobilista” dove troverai il nome della compagnia e il periodo di copertura. In pratica, una volta collegato al sito devi scegliere la tipologia di veicolo (auto, moto, ecc.) e inserire i dati richiesti, tra cui la targa. A questo punto, basta cliccare sul tasto “Ricerca” per ottenere tutte le informazioni richieste. Il portale tutela la privacy, quindi non troverai alcun riferimento all’intestatario della polizza, al proprietario del veicolo, ecc. 

Attenzione però: le informazioni si riferiscono esclusivamente ai veicoli immatricolati in Italia. Per conoscere i dati assicurativi di un’auto immatricolata in un altro paese europeo devi consultare online la CONSAP (Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici SPA).

Nell’ipotesi in cui si rimanga coinvolti in un incidente stradale e vi è necessità di effettuare un controllo immediato esistono anche diverse app, gratuite e a pagamento, che consentono di verificare in pochi minuti la copertura assicurativa di un veicolo. In tale ipotesi, se si scopre che il veicolo responsabile dell’incidente è sprovvisto di assicurazione, la richiesta di risarcimento va indirizzata al Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada che andrà a indennizzare il danneggiato tramite la propria compagnia assicuratrice. Spetta poi allo stesso Fondo rivalersi sul proprietario dell’auto non assicurata. Come? Chiedendo il risarcimento integrale delle somme versate.

Si può circolare con l’assicurazione scaduta?

Forse non sai che la copertura assicurativa, una volta scaduta, continua a valere ancora per 15 giorni. È ciò che viene chiamato “periodo di tolleranza” che consente all’automobilista di circolare liberamente con il proprio veicolo per altre due settimane. Durante questo lasso di tempo, l’intestatario della polizza può rinnovare la medesima polizza oppure optare per un’altra compagnia che offre tariffe più vantaggiose.

Superato il periodo di tolleranza senza che si attivi l’assicurazione (già scaduta), il proprietario del veicolo può subire:

  • una sanzione amministrativa da 849 a 3.396 euro; 
  • la sospensione della patente in caso di recidiva dell’infrazione commessa nell’arco di due anni;
  • la decurtazione di 5 punti dalla patente di guida;
  • il sequestro del veicolo: in poche parole, l’auto priva di assicurazione viene trasportata e custodita in un luogo indicato dalle Forze dell’Ordine. Ovviamente, tutte le spese sono a carico del soggetto multato;
  • la confisca del mezzo: in buona sostanza, la macchina diventa di proprietà dello Stato. Tale misura è prevista, ad esempio, quando non si paga la multa dopo il sequestro del veicolo.

Posso segnalare un’auto senza assicurazione?

Guidare un veicolo senza assicurazione rappresenta un serio pericolo per sé e per gli altri. Quindi, se conosci una persona che circola con una macchina sprovvista di RCA puoi segnalarlo alle Forze dell’Ordine competenti per territorio. La segnalazione può essere presentata anche in forma anonima, l’importante è indicare il luogo in cui è parcheggiato il veicolo e il nome del proprietario.

Come trovare proprietario del veicolo da targa

Torniamo all’esempio fatto in premessa. Sei rimasto coinvolto in un incidente stradale per colpa di un automobilista che non si è fermato all’incrocio. Per giunta, il responsabile è scappato. A questo punto, ti domandi come risalire al proprietario del veicolo in base al solo numero di targa (che per chissà quale fortuna sei riuscito ad annotare).

Ebbene, in questo caso puoi richiedere una visura al Pra (Pubblico registro automobilistico) per conoscere in particolare:

  • i dati anagrafici del proprietario: cioè nome, cognome, data di nascita, residenza, ecc.;
  • i dati tecnici del veicolo: marca e modello del veicolo, numero del telaio, cilindrata, ecc.;
  • eventuali ipoteche, fermi amministrativi, pignoramenti, ecc.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube