Cronaca | News

Coronavirus: gli ultimi dati sull’andamento dei contagi

6 Giugno 2020 | Autore:
Coronavirus: gli ultimi dati sull’andamento dei contagi

I numeri sono in diminuzione ma restano dei focolai. Il ministero della Salute e l’Iss insistono: prudenza e rispetto delle regole, l’emergenza non è finita.

Le cose vanno meglio, ma occorre proseguire con prudenza e gradualità. Questo, in estrema sintesi, il messaggio congiunto del ministero della Salute e dell’Istituto superiore di Sanità dopo avere visionato gli ultimi dati sull’andamento dei contagi in Italia dopo l’avvio della fase 3 dell’emergenza coronavirus.

Il trend positivo, dunque, prosegue. Nessuna regione ha registrato un fattore Rt superiore a 1 per quanto riguarda gli indicatori della settimana tra il 25 e il 31 maggio. «Siamo sulla strada giusta», commenta a caldo il ministro Roberto Speranza che, comunque, invita ancora alla cautela. Anche perché ci sono degli elementi concreti che dimostrano come l’emergenza non sia ancora finita: «In quasi tutta la Penisola sono documentati focolai di trasmissione attivi», aggiunge Speranza. «Tale riscontro, che in gran parte è dovuto alla intensa attività di screening e indagine dei casi con identificazione e monitoraggio dei contatti stretti, evidenzia tuttavia come l’epidemia in Italia di Covid-19 non sia conclusa».

In altre parole, c’è ancora un numero elevato di nuovi casi positivi, anche se in diminuzione rispetto alle settimane precedenti. Il Ministero e l’Iss avvertono che in alcune zone del Paese «la circolazione di SARS-CoV-2 è ancora rilevante. Per questo si richiede il rispetto rigoroso delle misure necessarie a ridurre il rischio di trasmissione quali l’igiene individuale e il distanziamento fisico».



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube