Diritto e Fisco | Articoli

Prescrizione acquisitiva

7 Giugno 2020 | Autore:
Prescrizione acquisitiva

Cos’è la prescrizione acquisitiva e come funziona: usucapione di beni mobili e immobili.

Solitamente il decorso del tempo e l’inerzia dell’interessato comportano la perdita di un diritto. Vi è però un’eccezione, quando il decorso di un certo periodo di tempo (unito ad altre condizioni), comporta l’acquisizione del diritto di proprietà. Si tratta della cosiddetta usucapione, denominata anche prescrizione acquisitiva, proprio perché il possesso di un bene per un periodo di tempo e l’inerzia del suo proprietario provocano l’acquisto del diritto di proprietà da parte del possessore.

In tal senso, la prescrizione acquisitiva si distingue dalla più generale prescrizione estintiva, che ricorre quando il titolare del diritto perde la possibilità di esercitarlo per non aver compiuto un determinato atto o azione in tempo utile (per esempio prescrizione del diritto di credito per non averlo esercitato entro il termine di cinque o dieci anni).

Vediamo in cosa consiste l’usucapione o prescrizione acquisitiva e come funziona.

Prescrizione acquisitiva (usucapione): cos’è

Il diritto di proprietà non si perde certamente per il non uso della cosa, ma si può estinguere se è un terzo a possedere il bene, senza che il proprietario se ne interessi. E’ ciò che avviene con l’usucapione che, è appunto un modo di acquisto della proprietà, fondato sul possesso di un bene mobile o immobile altrui, per un determinato periodo di tempo fissato dalla legge.

Usucapione: quando

L’usucapione richiede una situazione di possesso “qualificato”, che l’interessato deve essere in grado di dimostrare in giudizio. In particolare, devono sussistere i seguenti requisiti:

1) l’acquisto del possesso deve essere avvenuto in modo pacifico, cioè non deve essere avvenuto violentemente, e pubblico, cioè non di nascosto o clandestinamente;

2) il possesso sia continuo e non interrotto: non devono esservi state azioni di terzi che abbiano impedito il possesso del bene o che ne abbiano contestato la titolarità.

3) il possesso deve avere una durata specifica, espressamente prevista dalla legge.

Con riguardo a quest’ultimo punto, occorre distinguere tra beni immobili e beni mobili.

Usucapione di beni immobili

Il tempo richiesto dalla legge per acquistare la proprietà di un bene immobile tramite usucapione è di:

  • 20 anni se il possesso sia stato acquistato in malafede, cioè sapendo che il bene è proprietà di un’altra persona;
  • 10 anni se il possessore abbia acquistato in buona fede il bene immobile da chi non era proprietario, in virtù di un titolo idoneo a trasferire la proprietà (vendita, permuta, donazione o altro contratto) e purché tale titolo sia stato trascritto;
  • 15 anni per i fondi rustici e annessi fabbricati situati in comuni classificati montani o in zone pianeggianti aventi un reddito non superiore ai limiti fissati dalla legge speciale (cinque anni nel caso di acquisto di buona fede in virtù di titolo idoneo trascritto)

Usucapione di beni mobili

Nel caso di beni mobili, sono richiesti, invece:

  • 10 anni se il possesso è stato acquistato in buona fede;
  • 20 anni se il possesso è stato acquistato in mala fede;
  • 3 anni nel caso di beni mobili registrati (per es. automobile) se l’acquisto da chi non era proprietario sia avvenuto in buona fede in virtù di titolo astrattamente idoneo a trasferire la proprietà che sia stato trascritto nei registri.

Come si acquista un bene per usucapione

Il possesso qualificato, pacifico e continuato per il tempo richiesto dalla legge, non è di per sé sufficiente per l’acquisto formale della proprietà. Occorre, infatti, una sentenza del giudice che accerti la sussistenza dei requisiti richiesti per la prescrizione acquisitiva e che dichiari che il possessore sia divenuto proprietario del bene per usucapione.

Per approfondimenti su come agire in giudizio per ottenere la sentenza dichiarativa di usucapione vedi “Come fare causa per usucapione”.



2 Commenti

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube