Fase 3: libertà di circolazione in Europa entro fine giugno

8 Giugno 2020 | Autore:
Fase 3: libertà di circolazione in Europa entro fine giugno

Coronavirus: novità sulle possibilità di ritornare a viaggiare liberamente negli Stati dell’area Schengen.

La pandemia ci ha portato all’isolamento sociale, alla possibilità di uscire di casa soltanto per comprovate esigenze lavorative, motivi di salute, ragioni di necessità e di assoluta urgenza. Nella fase 1, sembrava tanto lontana la possibilità di fare un viaggio nei confini nazionali, figuriamoci in Europa. Ad oggi, ci sono novità incoraggianti che fanno ben sperare. Durante il briefing on line con la stampa a Bruxelles, il portavoce per gli Affari Interni Adalbert Jahnz, ha anticipato che la Commissione Europea lavora con gli Stati membri per ripristinare la libertà di circolazione nell’area Schengen entro fine giugno.

“Abbiamo ricevuto la lettera dei primi ministri Giuseppe Conte e Pedro Sanchez – dice Jahnz in una nota stampa dell’Adnkronos- e risponderemo, secondo le procedure in vigore. Per quanto riguarda in generale la questione dell’approccio coordinato al ritorno pieno e intero alla libertà di circolazione e alla rimozione dei controlli alle frontiere interne, abbiamo adottato il 13 maggio una comunicazione a questo riguardo”.

“Lavoriamo in modo molto intenso – prosegue Jahnz – con gli Stati membri e con gli Stati dell’area Schengen per mettere in opera questo approccio. In particolare la commissaria Ylva Johansson ha avuto una discussione su questo con i ministri venerdì scorso e in conferenza stampa ha detto che la situazione sanitaria dovrebbe poter permettere un ritorno al funzionamento integrale dello spazio Schengen di qui a fine giugno”.

“Continueremo a lavorare con gli Stati membri in quest’ottica. Gli europei considerano la libertà di circolazione uno dei beni più preziosi: vogliamo consentire loro di viaggiare liberamente il più rapidamente possibile, ma dobbiamo tenere conto della situazione sanitaria”, conclude il portavoce.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube