Parkinson e rischio di infezione Coronavirus

9 Giugno 2020 | Autore:
Parkinson e rischio di infezione Coronavirus

Che relazione c’è tra il Covid-19 e questa patologia neurologica? I chiarimenti emergono dai dati raccolti in uno studio condotto su oltre 1400 pazienti e 1200 familiari.

Le persone affette da morbo di Parkinson rischiano di contrarre più facilmente il Covid-19? Per rispondere a questa domanda riportiamo i risultati di una ricerca condotta presso il Centro Parkinson e parkinsonismi dell’Azienda socio sanitaria territoriale Gaetano Pini-Cto di Milano con il contributo della Fondazione Grigioni per il morbo di Parkinson, e pubblicata su ‘Movement Disorders’.

Da quanto emerge dallo studio, le persone con Parkinson non solo non sono più esposte al rischio dell’infezione da Sars-Cov-2, ma hanno sintomi, quadri clinici ed esiti di mortalità addirittura più lievi.

“Con lo studio abbiamo provato a rispondere ai principali dubbi sui rischi, sintomi e possibili sviluppi fatali dell’infezione nei pazienti affetti da malattia di Parkinson e ciò che è emerso è che questi pazienti non sono maggiormente esposti allo sviluppo di Covid, né hanno sviluppo di sintomi o forme più severe dell’infezione”, spiega in una nota stampa divulgata dall’Adnkronos, Gianni Pezzoli, presidente Fondazione Grigioni per il morbo di Parkinson e già direttore Centro Parkinson e parkinsonismi.

Lo studio

Il rapporto tra la malattia neurologica e il Covid 19 è stato analizzato da una vasta ricerca che ha coinvolto circa 1.486 pazienti del Centro milanese con una diagnosi clinica di malattia di parkinson e residenti in Lombardia, e 1.207 familiari utilizzati come gruppo di controllo. L’analisi ha mostrato che i tassi di Covid, gli esiti di mortalità e l’andamento dei quadri clinici sono sostanzialmente sovrapponibili tra i due gruppi.

Tra i casi di Covid accertati, sono stati individuati 105 casi tra i pazienti parkinsoniani (il 7,1%) contro i 92 casi dei controlli (il 7,6%), con esiti di mortalità, rispettivamente del 5,7% e 7,6%. Anche le manifestazioni cliniche dell’infezione sono risultate simili, con febbre, tosse e congestione nasale tra i sintomi più ricorrenti in entrambi i gruppi.

Le differenze riscontrate nei quadri clinici generali

Le uniche differenze riscontrate nei quadri clinici generali sono state riferite a un minor tasso di difficoltà respiratoria e a una percentuale inferiore di ospedalizzazioni nei pazienti con malattia di Parkinson. Il primo dato è probabilmente riconducibile al fatto che i pazienti parkinsoniani possono presentare sintomi di difficoltà respiratoria indipendentemente dal Covid-19 e quindi questo elemento non è stato considerato come conseguenza dell’infezione. Il minor tasso di ricoveri, invece, è presumibilmente dovuto alla propensione di gestire pazienti parkinsoniani a casa.

Pazienti affetti da Parkinson: i possibili fattori di rischio per Covid-19

Lo studio ha analizzato i possibili fattori di rischio per covid-19 nei pazienti affetti da Parkinson. Oltre a obesità e patologie respiratorie croniche preesistenti – fattori già conosciuti e presenti anche in altre casistiche – sono emersi anche l’età giovanile (quindi una minore attenzione ‘preventiva’) e la mancanza di supplementi a base di vitamina D.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube