L’esperto | Articoli

Concordato preventivo: ultime sentenze

25 Luglio 2020
Concordato preventivo: ultime sentenze

Percezione di contributi; richiesta di una società per l’ottenimento di un beneficio di legge a sostegno dell’occupazione e del reddito che ha inoltrato il concordato preventivo.

Procedure fallimentari

L’art. 150 del d.lgs. n. 5 del 2006, nel prevedere che le procedure fallimentari e di concordato pendenti alla data di entrata in vigore del decreto medesimo restano soggette alla legge fallimentare anteriore, valorizzano in via esclusiva, ai fini dell’applicazione delle nuove disposizioni, la data di deposito del ricorso per la dichiarazione di fallimento, senza che assuma rilievo alcuno, sul piano della disciplina processuale applicabile, l’eventuale consecuzione tra procedure.

(Nella specie, la S.C. ha confermato la decadenza dalla revocatoria ex art. 69-bis l.fall., ancorché il fallimento, intervenuto sotto il vigore delle nuove disposizioni, fosse stato preceduto, nella vigenza delle precedenti, dall’ammissione della debitrice all’amministrazione controllata e al concordato preventivo).

Cassazione civile sez. I, 09/03/2020, n.6506

Pagamento dei creditori privilegiati 

In tema di concordato preventivo fondato sulla continuità aziendale, la relazione che preveda il pagamento dei creditori privilegiati – al pari dei creditori chirografari –  con morosità oltre il termine di un anno dall’omologa  non è consentita dovendosi procedere al fallimento perché contraria all’ordine pubblico economico come definito dagli artt. 2740 e 2741 c.c.

Tribunale Modena sez. III, 08/04/2020

Covid-19 e istanza di concordato preventivo

Non è necessaria l’autorizzazione del giudice sulla richiesta di una società per l’ottenimento di un beneficio di legge a sostegno dell’occupazione e del reddito che abbia inoltrato altresì istanza di concordato preventivo, non essendovi alcun danno per il ceto creditorio.

(Nel caso di specie, era stata richiesta la Cassa Integrazione in deroga per 8 dipendenti nella difficile congiuntura emergenziale per l’epidemia da Covid – 19, disponendo il giudice il non luogo a provvedere e trasmettendo gli atti all’INPS competente per la concessione dell’ammortizzatore sociale della Cassa Integrazione in deroga).

Tribunale Milano sez. II, 27/03/2020

La domanda di ammissione al concordato preventivo

La presentazione della domanda di ammissione al concordato preventivo, anche con riserva, non impedisce il pagamento dei debiti tributari che scadono successivamente, con la conseguenza che superando le soglie si commette il reato di omesso versamento. Il delitto è escluso soltanto da un provvedimento del tribunale che vieti il pagamento di crediti anteriori.

Cassazione penale sez. III, 20/02/2020, n.13628

Concordato preventivo: l’opposizione all’omologa

In tema di concordato preventivo, con l’opposizione all’omologa, l’opponente può lamentare illegittimità che afferiscono non solo alla regolarità della procedura, ma anche al contenuto sostanziale della proposta del piano.

Tribunale Roma, 17/02/2020

Presentazione di domanda concordato preventivo

Il DURC positivo può essere rilasciato a condizione che il piano di concordato preveda l’integrale soddisfazione dei crediti previdenziali e che, in caso di presentazione di una proposta di accordo sui crediti contributivi ex art. 182 ter l.f. nell’ambito del concordato preventivo, sia previsto il pagamento integrale o anche dilazionato dei debiti contributivi.

Tribunale Pistoia sez. lav., 04/05/2020

Il concordato preventivo in continuità aziendale

Il concordato preventivo con continuità aziendale, preordinato al risanamento dell’impresa, non è per sua natura incompatibile con la garanzia di permanenza delle condizioni richieste per la concessione di contributo.

Tribunale Roma sez. XVII, 17/04/2020, n.6253

Obblighi informativi periodici del concordato preventivo

L’art. 36 d.l. n. 23/2020 pare riferibile ai soli termini processuali e non anche ai termini sostanziali; di conseguenza, poiché i termini di cui al comma 8 dell’art. 161 l.fall. non hanno natura processuale, essendo termini volti a tenere monitorata la gestione dell’impresa che ha richiesto di accedere alla procedura di concordato preventivo, consentendo così al Tribunale e al Commissario Giudiziale di esercitare i rispettivi poteri di sorveglianza, va ritenuto, dunque, che non vi sia sospensione con riferimento agli obblighi informativi periodici che devono essere regolarmente adempiuti dai soggetti coinvolti nella procedura anche al sol fine di informare il Tribunale che non sono state svolte attività a causa dell’emergenza sanitaria in corso.

Tribunale Rimini, 09/04/2020

Manifesta inettitudine del piano a raggiungere gli obiettivi

In tema di concordato preventivo, il tribunale è tenuto ad una verifica diretta del presupposto di fattibilità del piano per poter ammettere il debitore alla relativa procedura, nel senso che, mentre il controllo di fattibilità giuridica non incontra particolari limiti, quello concernente la fattibilità economica, intesa come realizzabilità del piano nei fatti, può essere svolto nei limiti della verifica della sussistenza o meno di una manifesta inettitudine del piano a raggiungere gli obiettivi prefissati, individuabile caso per caso in riferimento alle specifiche modalità indicate dal proponente per superare la crisi (con ciò ponendosi il giudice nella prospettiva funzionale, propria della causa concreta).

Cassazione civile sez. I, 13/03/2020, n.7158

Sospensione dei termini prevista dal decreto Coronavirus

Tra i procedimenti civili pendenti i cui termini restano sospesi in forza del d.l. 11/2020 devono essere fatti rientrare anche i procedimenti di concordato preventivo in cui è pendente il termine ex art. 161 co. 6 l.f. .

Tribunale Forli’, 10/03/2020

Concordato preventivo con cessione dei beni ai creditori

In caso di concordato preventivo con cessione dei beni ai creditori, la legittimazione a disporne viene attribuita al commissario liquidatore, che agisce nella veste di mandatario dei creditori, mentre il debitore mantiene, oltre che la proprietà dei beni, anche la legittimazione processuale.

In tema di concordato preventivo con cessione dei beni ai creditori, il commissario liquidatore non ha la legittimazione ad agire o resistere, in relazione ai giudizi di accertamento delle ragioni di credito e pagamento dei relativi debiti, ancorché influenti sul riparto che segue le operazioni di liquidazione, potendo, al più, spiegare intervento, in quanto la legittimazione processuale spetta all’imprenditore sottoposto al concordato preventivo, che, invero, prosegue l’esercizio dell’impresa durante lo svolgimento della procedura ed è, quindi, soggetto passivo anche in relazione agli obblighi maturati dopo l’ammissione alla procedura concordataria e dopo l’omologazione della relativa proposta.

Comm. trib. prov.le Teramo sez. II, 11/02/2020, n.34

Decreto di apertura della procedura di concordato preventivo

Il decreto con il quale il tribunale, ritenendo ammissibile la proposta di concordato preventivo, dichiara aperta la relativa procedura, integra una pronuncia di merito incidente su posizioni di diritto soggettivo (impugnabile con ricorso per cassazione a norma dell’art. 111 cost.) e, pertanto, preclude la proponibilità del regolamento preventivo di giurisdizione, ai sensi dell’art. 41 c.p.c..

Cassazione civile sez. un., 11/03/2020, n.7007



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube