Artite psoriasica: nuovi dati positivi sul farmaco

10 Giugno 2020
Artite psoriasica: nuovi dati positivi sul farmaco

Il farmaco guselkumab migliora la sintomatologia articolare e cutanea.

Le persone che convivono con l’artrite psoriasica attiva devono affrontare sintomi debilitanti e uno stato infiammatorio che alla fine possono portare a danni irreversibili alle articolazioni. A spiegarlo è Christopher Ritchlin, a capo della Division of Allergy, Immunology andRheumatology e direttore del Clinical Immunology Research Center at della University of Rochester Medical Center di Rochester, New York e principale ricercatore dello studio Discover-1.

Il farmaco guselkumab, come riporta una nota stampa dell’agenzia Adnkronos, migliora diversi outcomes clinici in pazienti adulti con artrite psoriasica attiva. Sono i nuovi dati a 52 settimane degli studi clinici di fase III Discover-1 e Discover-2, presentati da Janssen, azienda farmaceutica del gruppo Johnson & Johnson, allo European League Against Rheumatism E-Congress 2020 (eEULAR 2020), e riguardano il miglioramento dei sintomi articolari e cutanei, dell’infiammazione deitessuti molli, della funzionalità fisica e la riduzione della progressione radiografica del danno articolare.

Guselkumab non è attualmente autorizzato per il trattamento di pazienti adulti con artrite psoriasica attiva ed è in fase di valutazione da ottobre 2019, per questa indicazione, da parte della European Medicines Agency (Ema), proprio sulla base dei dati degli studi del programma Discover. I risultati relativi al raggiungimento dell’endpoint primario di questi studi sono stati recentemente pubblicati sulla rivista scientifica ‘The Lancet’.

“I risultati degli studi Discover-1 e Discover-2 sono incoraggianti sia per i pazienti sia per i medici, che potrebbero essere alla ricerca di nuove opzioni di trattamento con farmaci biologici che utilizzino meccanismi d’azione diversi rispetto all’inibizione del Tnf alfa, per contrastarela molteplicità dei sintomi dell’artrite psoriasica”.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube