Skype meglio di Teams per le udienze tributarie

11 Giugno 2020 | Autore:
Skype meglio di Teams per le udienze tributarie

Il Mef vorrebbe usare la piattaforma Microsoft più vecchia: c’erano già dei test in corso prima della pandemia. Ecco come si svolgeranno.

Si terranno molto probabilmente su Skype for business e non su Teams le udienze delle commissioni tributarie che il decreto Cura Italia prevede si svolgano online nell’ambito dell’emergenza coronavirus. Questa è la decisione che il ministero dell’Economia e delle Finanze vorrebbe prendere, secondo l’orientamento trapelato dallo schema di decreto attuativo in corso di definizione al Mef.

Una scelta che stupisce e che va, in un certo senso, controcorrente, visto che di solito nei processi civili e penali viene preferita la seconda piattaforma di Microsoft rispetto alla prima, ormai quasi in disuso. Perché, allora, il Ministero avrebbe preferito Skype? Perché prima che scoppiasse la pandemia c’erano dei test in corso proprio con questa piattaforma in alcune sedi ed i tecnici di Roberto Gualtieri non ritengono opportuno perdere ulteriore tempo nel mette a punto un altro sistema.

A differenza dei giudici del civile, costretti a recarsi in tribunale, quelli tributari potranno presiedere le udienze direttamente da casa loro, poiché il luogo da cui si collegano viene equiparato ad un’aula di giustizia. Lo stesso possono fare le parti del processo, gli avvocati difensori ed il personale amministrativo.

L’udienza viene convocata dal giudice tramite posta elettronica certificata (Pec), strumento con cui viene comunicata alle parti la decisione di svolgere l’udienza online. Il link per il collegamento, invece, viene inviato per posta elettronica ordinaria, cioè non certificata, dalla segreteria della commissione tributaria. La normativa consente di condividere dei documenti in modo da renderli visibili sullo schermo di tutti i partecipanti.

Alla fine, il verbale dell’udienza sarà sottoscritto come previsto dalle linee guida Agid, vale a dire con la firma con Spid che ha lo stesso valore giuridico di quella fatta a mano con la penna a inchiostro. Se, per qualsiasi motivo, la connessione non tiene ed il collegamento «salta», l’udienza viene rinviata fino a quando non verrà ripristinato.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube