Tech | Articoli

Come capire se il nostro smartphone è spiato

25 Agosto 2020
Come capire se il nostro smartphone è spiato

I dieci indizi in grado di svelarti se sul tuo smartphone è presente un software spia.

Gli smartphone memorizzano normalmente tantissimi nostri dati personali. Sicuramente usi il tuo smartphone quotidianamente per mandare e ricevere messaggi e email; per ascoltare i messaggi lasciati sulla segreteria telefonica; mandare immagini e video alla tua famiglia, ai tuoi amici o al tuo partner; consultare siti su internet e controllare i tuoi social media e, sicuramente, questa lista potrebbe continuare ancora. Alla luce di ciò, cosa succederebbe se qualcuno avesse pieno accesso a tutti i tuoi dati personali? Esatto, sarebbe un grande problema, un disastro. Oppure, ancora peggio, qualcuno potrebbe decidere di spiare il tuo telefono. Sono molteplici i motivi che potrebbero indurre una persona a spiarti attraverso il tuo smartphone.

Magari il tuo cellulare contiene importanti informazioni di lavoro che la persona che ti spia vuole scoprire, un tuo concorrente vuole soffiarti un affare oppure sei una persona benestante e un delinquente può volerti rubare i dati per accedere al tuo internet banking. Infine, e purtroppo non è raro che accada, un partner geloso vuole controllare i tuoi spostamenti e le tue comunicazioni per avere le prove di un ipotetico tradimento o, semplicemente, per controllarti.

Ma come capire se il nostro smartphone è spiato e cosa dobbiamo fare per tutelarci? Sfortunatamente, nemmeno una password di accesso complicata ti può proteggere da questo tipo di attacchi. Ci sono infatti tantissime applicazioni spia sul mercato che permettono di monitorare le attività e che possono essere eseguite su uno smartphone senza che tu te ne accorga. Con questa guida, ti indichiamo dieci indizi che ti aiuteranno a capire se qualcuno sta cercando di spiare il tuo smartphone e come impedirlo.

Come scoprire se il tuo smartphone è spiato

Ci sono alcuni segnali che ti dovrebbero suonare come un campanello d’allarme e indurti a pensare che il tuo telefono cellulare sia controllato da un software spia che sta controllando o registrando le tue attività (o sta facendo entrambe le cose).

Consumo anomalo dei dati

Ormai le tariffe di qualsiasi operatore prevedono la possibilità di usufruire di un certo quantitativo di gigabyte ogni mese. Se i tuoi consumi sono più alti del normale, senza che però tu abbia utilizzato di più il tuo smartphone, ci sono buone probabilità che qualcuno abbia installato un’app spia sul tuo dispositivo.

Generalmente, infatti, i software base usano diversi gigabyte per inviare le informazioni raccolte. Questo tuttavia non vale per i software più sofisticati che non ti esauriranno i gigabyte disponibili perché ne utilizzano davvero pochi. In questi casi, ovviamente, è praticamente impossibile scoprire dai contatori disponibili sull’app del tuo operatore telefonico se qualcuno ti sta spiando.

Il tuo telefono mostra segni di attività mentre sei in modalità standby

A meno che non ti arrivino alcune chiamate, messaggi e altre notifiche standard (una notifica di un commento su Facebook o un like ad un post su Instagram), il tuo smartphone non dovrebbe mostrare segni di attività e lo schermo non dovrebbe illuminarsi senza alcun motivo apparente. Allo stesso modo, non dovrebbe emettere suoni inaspettati.

Se lo schermo si illumina improvvisamente o senti strani rumori, prestaci attenzione.

Lo smartphone si riavvia all’improvviso

Il tuo smartphone si riavvia improvvisamente senza che tu abbia fatto nulla? Non è assurdo pensare che qualcuno possa avere modo di accedere in remoto al tuo smartphone senza autorizzazione.

Onestamente, se qualcuno riesce ad avere accesso in remoto al tuo dispositivo, non è difficile pensare che non si limiti semplicemente a riavviarti lo smartphone a suo piacimento. Presta davvero molta attenzione a questo segnale.

Strani suoni durante le chiamate

In passato, era normale che l’audio durante le telefonate non fosse perfetto e si sentisse spesso un fastidioso rumore di sottofondo. Questo problema, tuttavia, oggi è ampiamente superato: il segnale è normalmente forte e le connessioni sono stabili, per questo motivo – se non ti trovi in un luogo con una cattiva ricezione – è strano sentire rumori metallici o voci distanti che disturbano la tua conversazione.

Se senti delle voci in lontananza e sei sicuro che non si tratti di qualcuno vicino alla persona con cui stai parlando, è possibile che la tua conversazione sia ascoltata anche da una terza persona, ovviamente non invitata.

SMS inaspettati

Hai ricevuto dei messaggi strani? Normalmente, un messaggio che contiene una varietà di simboli strani, sequenze numeriche prive di significato o altri caratteri potrebbe essere la prova che cerchi della possibile presenza di un’app spia sul tuo smartphone.

I software meno avanzati utilizzano questo tipo di linguaggio in codice per comunicare in remoto. In questo caso, però, il messaggio potrebbe essere il segnale che qualcosa non sta funzionando come dovrebbe.

Deterioramento della batteria 

Un chiaro indizio della presanza di un software spia è l’improvviso deterioramento della batteria dello smartphone. Un’app spia, infatti, monitora tutte le tue attività e invia tutto ciò che è in grado di registrare ad un altro dispositivo. Questo è un segnale che il più delle volte si manifesta insieme ad un altro segnale: l’eccessivo consumo di dati.

Quando un software ti spia attraverso la videocamera o il microfono è ovvio che consumerà buona parte della tua batteria, soprattutto se calcoli che in pratica – anche se non lo utilizzi – il tuo smartphone non è mai davvero inattivo.

Se non sei sicuro che il deterioramento sia addebitabile ad una batteria ormai vecchia o ad una app spia, prova a verificare lo stato della batteria dalle impostazioni del tuo telefono o, in alternativa, chiedi aiuto in un centro assistenza.

Batteria che si surriscalda

Questo è uno degli indizi che, da solo, non prova che il tuo telefono cellulare sia spiato perché la batteria può surriscaldarsi per tanti motivi differenti (ad esempio, perché lo hai lasciato sotto al sole). Tuttavia, se non ti è mai capitato che il telefono si surriscaldasse improvvisamente e non lo hai utilizzato, il surriscaldamento potrebbe essere dovuto al fatto che un’app installata per spiarti sta inviando i tuoi dati ad un altro dispositivo.

Lo smartphone impiega un tempo eccessivo per spegnersi

Proprio come un computer che, prima di spegnersi, deve chiudere tutti i programmi attivi, così anche il tuo smartphone necessita di un po’ di tempo prima di spegnersi. Se, tuttavia, lo smartphone impiega davvero troppo tempo prima di spegnersi definitivamente potrebbe voler dire che questo tempo aggiuntivo serve per fermare l’attività di tutti i programmi che stanno trasmettendo i tuoi dati ad un altro dispositivo.

Difficoltà nello spegnere il dispositivo

Stai riscontrando difficoltà mentre cerchi di spegnere il tuo smartphone? Anche questo potrebbe essere un segnale che il tuo telefono è stata hackerato.

Solitamente, i software spia funzionano in background e potrebbero renderti difficile spegnere completamente il tuo telefono. Per esempio, potrebbe accadere che, anche se hai avviato la procedura di spegnimento, rimanga una schermata bianca e lo schermo non si spenga mai completamente perché l’app spia lo impedisce.

Lo smartphone è troppo lento

Gli smartphone di nuova generazione sono equipaggiati con hardware e software davvero potenti. Ciò consente di tenere attive più applicazioni contemporaneamente senza che ciò influisca sulla velocità del dispositivo, a meno che il tuo telefono non sia già più datato e abbia subito diversi aggiornamenti software che, come avrai notato, hanno il difetto di rallentarlo. Se il tuo smartphone improvvisamente e senza un motivo apparente inizia ad essere eccessivamente lento, potrebbe voler dire che è controllato in remoto da un altro dispositivo.

Tieni a mente che potrebbe trattarsi anche di obsolescenza programmata (gli smartphone sono programmati in modo che, dopo circa due anni di utilizzo, inizino a perdere colpi, costringendoti così ad acquistarne uno nuovo di ultima generazione). Per questo motivo non puoi affidarti solo a questo indizio per capire se sei spiato tramite il tuo smartphone.

Come rimuovere i software spia

Rimuovere un software spia non è un’operazione semplicissima se non hai particolari abilità informatiche. Per questo motivo, onde evitare di compromettere le funzionalità del tuo smartphone, sarebbe opportuno recarti in un centro assistenza, dove certamente un tecnico sarà in grado di darti conferma dei tuoi sospetti ed eliminare il problema. Questa soluzione ti permetterà di non perdere tutti i dati salvati.

Se, al contrario, non ti importa di perdere tutti i tuoi dati, potresti a questo punto valutare la possibilità di effettuare un ripristino delle condizioni iniziali del tuo smartphone. Ovviamente, non è pensabile ripristinare i dati presenti sul tuo smartphone prima del ripristino tramite un backup perché permetteresti al software spia di insidiarsi di nuovo nel tuo telefono.

Le intercettazioni della polizia 

A seguito della riforma del Codice di procedura penale, è stato consentito alle forze di polizia di utilizzare i captatori informatici per prendere il controllo da remoto di ogni dispositivo che sia dotato di una connessione ad internet. Non solo degli smartphone quindi, ma anche di tablet, di computer, di smart tv e ora addirittura delle automobili. In questo modo, nelle investigazioni, ci si può servire delle immagini riprese da remoto tramite la videocamera di uno smartphone o ascoltare le conversazioni non solo telefoniche, ma anche tra presenti, attraverso il microfono. Grazie alla tecnologia GPS, inoltre, è possibile monitorare tutti gli spostamenti della persona sottoposta ad indagini.

Sebbene l’utilizzo dei captatori informatici possa essere considerato un valido alleato nella lotta al crimine (e soprattutto al crimine organizzato), la possibilità di farvi ricorso anche per indagini relative a crimini minori preoccupa i giuristi più garantisti. Ecco un articolo per approfondire il tema: Così la polizia controlla i nostri smartphone.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube