Diritto e Fisco | Articoli

Come difendersi da recensioni false su Tripadvisor?

15 Giugno 2020 | Autore:
Come difendersi da recensioni false su Tripadvisor?

Finte valutazioni negative: come tutelarsi? Cosa fa Tripadvisor per impedire la pubblicazione di feedback falsi? Come fare segnalazione per la rimozione?

Oggigiorno per fare del male non è necessario venire allo scontro fisico: è possibile fare molti più danni sparando a zero contro qualcuno in una chat, su un social network oppure in un sito internet. Non occorre nemmeno esternare palesemente la propria identità: comodamente seduti davanti al proprio pc, in totale anonimato, si può vigliaccamente infierire contro chi pare e piace. Internet utilizzato come arma per fare del male sembra diventata una moda, e a farne le spese possono essere anche gli imprenditori quando si utilizzano alcuni siti per lasciare recensioni negative sui servizi resi ai clienti. Con questo articolo ci occuperemo proprio delle recensioni false su Tripadvisor e di come difendersi da esse.

Probabilmente saprai che Tripadvisor è uno dei più noti siti di recensioni di alberghi, bed and breakfast, ristoranti, prenotazioni di alloggi e altri contenuti relativi ai viaggi. Chiunque può registrarsi e lasciare la sua personale valutazione: ad esempio, se hai alloggiato per qualche giorno presso un albergo e ti sei trovato bene, puoi lasciare la tua recensione positiva. Il problema è che questo strumento può essere utilizzato come clava mediatica nei confronti degli albergatori e dei ristoratori, soprattutto quando la recensione negativa è falsa perché non corrisponde al vero e magari è rilasciata da una persona che ha come solo interesse quello di danneggiare l’azienda (pensa a un diretto concorrente, ad esempio). In casi del genere, come difendersi da una recensione falsa su Tripadvisor? Scopriamolo insieme.

Tripadvisor: cos’è?

Come anticipato in premessa, Tripadvisor è un sito in cui è possibile registrarsi e valutare le strutture ricettive che vi sono presenti.

È possibile recensire alberghi, ristoranti, trattorie, hotel, locali che offrono servizi da asporto, viaggi, ecc. Insomma: Tripadvisor coinvolge tutte le attività che riguardano il cosiddetto terzo settore.

Col tempo, Tripadvisor è divenuta una sorta di autorità: le strutture ricettive che ricevono l’approvazione del sito vantano una specie di marchio di qualità da ostentare alla clientela.

Tripadvisor: come funziona?

Il bello di Tripadvisor è che le recensioni provengono direttamente dall’utenza, cioè da coloro che hanno effettivamente avuto modo di provare i servizi offerti e messi in vetrina all’interno del sito.

Da questo punto di vista, dunque, Tripadvisor è uno strumento perfettamente democratico, in quanto si è liberi di esternare il proprio punto di vista. I problemi, però, non mancano: è qui che entrano in gioco le recensioni false, quelle pensate solamente per danneggiare l’immagine della struttura recensita.

Purtroppo le false recensioni, un po’ come le fake news, hanno cominciato col tempo a creare problemi, tanto da aver costretto Tripadvisor ad adottare alcune precauzioni a riguardo. Vediamo di cosa si tratta.

Tripadvisor: come combatte le recensioni false?

Il problema delle recensioni false su Tripadvisor è che sul sito l’identità viene verificata solo ed esclusivamente per i proprietari delle strutture recensite, tramite una carta di credito, mentre ai recensori viene semplicemente chiesto un account email.

Dunque, sebbene gli utenti che si iscrivono siano invitati a fornire le vere generalità, nulla vieta loro di mentire e di qualificarsi con un nome di fantasia (fake account).

Ovviamente, l’account falso può essere utilizzato tanto per esprimere recensioni falsamente negative, tanto per lasciarne di positive (altrettanto false): è il caso, ad esempio, dell’imprenditore che, per pubblicizzare la sua attività, decide di creare una pluralità di profili falsi per lasciare recensioni molto positive che accrescano la sua reputazione (attività di autopromozione, vietata da Tripadvisor).

In realtà, Tripadvisor non conosce un modo assolutamente certo per combattere le recensioni false; ciò che fa il sito è eliminare gli account e i commenti che risultano palesemente finti per via del tipo di valutazione rilasciata.

Ad esempio, agli utenti è proibito scrivere recensioni offensive, utilizzare toni non appropriati, condividere esperienze non recenti. Ugualmente, la redazione di Tripadvisor impedisce la pubblicazione di recensioni palesemente false per via delle descrizioni o delle foto non corrispondenti alla realtà.

Nel mirino del sito vi sono anche i finti profili che chiedono di pubblicare recensioni una dopo l’altra, con una rapidità che faccia seriamente dubitare che il commento sia frutto di un’esperienza personale recente.

Tripadvisor prende provvedimenti anche nell’ipotesi in cui alcuni profili vengano segnalati dagli altri iscritti oppure risultino palesemente falsi per via delle immagini o delle descrizioni riportate.

Al di là di ciò, Tripadvisor non può verificare con precisione tutte le informazioni in esso contenute. È senz’altro vero che ogni recensione, prima di essere pubblicata, viene controllata attentamente dalla redazione di Tripadvisor: tuttavia, una falsa recensione, se fatta in modo accurato (cioè, in maniera credibile), non potrà mai essere smascherata.

Ciò che rende affidabile il sito è l’elevato numero di recensioni presenti: se un locale è molto quotato, qualche finta recensione negativa non inciderà sulla web reputation della struttura; anzi, servirà a minare la credibilità di chi ha postato la falsa stroncatura.

Recensioni false Tripadvisor: come difendersi?

Come può difendersi dalle false recensioni un ristoratore o, comunque, un imprenditore che abbia iscritto la propria attività su Tripadvisor?

Come detto nel precedente paragrafo, la redazione di Tripadvisor è piuttosto accorta nel pubblicare le valutazioni: il filtro che essa opera è pertanto già una prima garanzia. Tuttavia, le false recensioni ben elaborate potrebbero sfuggire al controllo ed essere pubblicate per vere. Come difendersi da queste?

La segnalazione delle recensioni false

Se la tua attività è pubblicizzata su Tripadvisor e ti sei accorto che è bersaglio di recensioni false, allora puoi fare segnalazione alla redazione del sito, chiedendone la rimozione.

Ovviamente, la denuncia della falsa recensione deve essere motivata: occorre dimostrare che si tratta di una valutazione ingiustamente negativa. Per fare ciò, puoi ad esempio provare che le foto si riferiscono a un’altra struttura, oppure sono molto vecchie; ancora, dal tenore recensione puoi evincere che l’utente non vi è mai stato, in quanto la descrizione non corrisponde alla tua attività.

Insomma: puoi avvalerti di qualsiasi mezzo per sconfessare la recensione negativa e segnalarla come falsa a Tripadvisor.

Per effettuare una segnalazione, vai sulla tua pagina internet di Tripadvisor al Centro Gestione, clicca sulla scheda Recensioni e seleziona la voce “Segnalate una recensione”. Indica nel modulo il motivo della segnalazione e le prove che hai a disposizione.

Attenzione: TripAdvisor non prende in considerazione le segnalazioni anonime, quelle non inviate dall’indirizzo esatto e che mancano di tutte le informazioni richieste.

Feedback negativi: può essere reato?

Per difenderti dalle recensioni false su Tripadvisor puoi perfino pensare di affidarti alla giustizia, sporgendo querela per determinati reati.

Quando le recensioni false cominciano a diventare una vera e propria professione, allora si rischia perfino di commettere reato. Hai capito bene: chi, per mestiere, rilascia feedback negativi, può essere denunciato alla Procura della Repubblica per il reato di diffamazione aggravata. In altri casi, si rischia addirittura l’imputazione per truffa e per sostituzione di persona.

Ti rinvio alla lettura dell’articolo dal titolo Recensioni false su internet: cosa si rischia per approfondire questo specifico argomento.


note

Autore immagine: Depositphotos.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube