Diritto e Fisco | Articoli

Causale bonifico: cosa scrivere se lo spazio è ridotto?

20 Giugno 2020
Causale bonifico: cosa scrivere se lo spazio è ridotto?

Devo fare un bonifico ogni tre mesi, per rimborsare una quota dovuta in merito ad un canone di locazione di un bene comune. Poiché lo spazio per la causale è molto ristretto (49 caratteri) come posso fare? Cosa posso scrivere per descrivere senza contestazioni l’operazione? Ho delle alternative al bonifico?

Gentile cliente, dal suo quesito emerge un dubbio. In particolare, teme che la necessità di descrivere l’operazione bancaria in esame si scontri con lo spazio contenuto entro il quale dovrebbe apporre la causale; esso, evidentemente, è limitato all’essenziale.

Per ovviare a questa problematica, potrebbe scegliere altre forme di pagamento, come ad esempio il vaglia postale. Anche questo, infatti, consente di giustificare il trasferimento di denaro (ad esempio, nella versione online, sono 120 i caratteri a disposizione per la causale).

In alternativa, tramite raccomandata a.r, potrebbe inviare un assegno bancario dell’importo corrispondente alla quota dovuta. Nella lettera accompagnatoria avrebbe la possibilità di rappresentare i motivi dell’invio in maniera compiuta, senza dover ricorrere ad alcuna striminzita descrizione. In tale modo, visto l’ampio spazio a disposizione, qualora dovesse avere più debiti con il creditore destinatario, avrebbe, persino, l’opportunità di imputare il pagamento a quello che intende soddisfare, con chiara ed esaustiva esposizione [1].

Tuttavia, tornando al numero limitato di caratteri per la causale del bonifico, ritengo possa essere un problema superabile con delle semplici abbreviazioni. In questo modo, infatti, pur se in maniera molto sintetica, potrebbe, ugualmente, descrivere il suo pagamento senza correre il rischio di eventuali contestazioni o equivoci con il creditore.

Ad esempio, una causale potrebbe essere questa: “Vs. quota locaz. Via Emanuele dal 01.06 al 31.08” (sono 48 caratteri).

Un’alternativa, invece, sarebbe: “Rimb. canone loc. vs. immob. dal 01.06 al 31.08” (sono 47 caratteri).

Se poi desidera essere particolarmente scrupoloso, nell’immediatezza del bonifico potrebbe inviare una mail o un fax al creditore nella quale preannuncerebbe il pagamento e ne specificherebbe, ancor più approfonditamente, le motivazioni; a questa comunicazione potrebbe farne seguire un’altra con allegata la contabile del versamento.

A questo punto, il beneficiario dell’operazione dovrebbe affermare di non aver mai ricevuto il denaro. Si tratterebbe di una dichiarazione, facilmente, screditabile con la ricevuta del bonifico. Dinanzi a questa, il creditore potrebbe solo dimostrare che il pagamento andava imputato, ad esempio, ad un altro debito. Si tratterebbe, però, di un’eccezione anch’essa facilmente opponibile, vista la descritta imputazione di pagamento [2].

Pertanto, alla luce delle precedenti considerazioni, procedendo di conseguenza e secondo sua opportunità, non dovrebbe temere alcuna contestazione.

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avvocato Marco Borriello


note

[1] Art. 1193 co. 1 cod. civ.

[2] Cass. Civ. sent. n. 21512/2019


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube