Diritto e Fisco | Articoli

Giorno di riposo durante le ferie

27 Agosto 2020 | Autore:
Giorno di riposo durante le ferie

Le domeniche, i festivi e le giornate di riposo vengono considerati come giorni di ferie oppure non devono essere contati?

Il lavoratore dipendente ha diritto, ogni 7 giorni, a 24 ore di riposo continuativo [1]. A questo riposo settimanale, di regola coincidente con la domenica, si deve unire il consueto riposo giornaliero, o notturno, pari ad un minimo di 11 ore consecutive. Per cui si può dire che il lavoratore abbia diritto a 35 ore di riposo continuativo ogni 7 giorni (da calcolarsi come media in 14 giorni).

Ma come si considera il giorno di riposo durante le ferie? Deve essere contato come ferie, oppure va escluso? Nel conteggio dei giorni di ferie si tiene conto anche dei sabati e delle domeniche?

La normativa in materia è poco chiara: la legge sull’orario di lavoro [1], che stabilisce il regime generale delle ferie, dispone soltanto il diritto a 4 settimane di ferie, ossia 28 giorni di calendario. In queste 4 settimane sono dunque compresi i sabati e le domeniche, in quanto si parla, appunto, di settimane di ferie.

Se, ad esempio, il dipendente non lavora il sabato e la domenica e fruisce di 2 settimane di ferie consecutive, i giorni di ferie scalati in busta paga sono 10, mentre gli altri 4 sono i sabati e le domeniche inclusi nel periodo di vacanza.

Se, invece, il dipendente lavora dal lunedì al sabato, o comunque per 6 giorni settimanali, i giorni di ferie scalati sono 12, mentre gli altri 2 sono le domeniche- o i diversi giorni di riposo- inclusi nel periodo di vacanza.

Alcuni contratti collettivi forniscono, comunque, indicazioni più precise: ricordiamo, a questo proposito, che la contrattazione collettiva può prevedere delle disposizioni più favorevoli rispetto a quanto stabilito dal decreto sull’orario di lavoro [1].

Ferie e giorni di riposo: Ccnl Sanità

Il contratto collettivo del comparto Sanità, ad esempio, non parla di 2 settimane di ferie, ma di 15 giorni consecutivi nel periodo che va dal 1° giugno al 30 settembre. Non si tratta di giorni di calendario, in questo caso, ma lavorativi: i sabati e le domeniche compresi nel periodo di ferie non devono essere dunque conteggiati.

Per l’intero anno, il Ccnl Sanità riconosce al personale in servizio 32 giorni lavorativi di ferie; tuttavia, nel caso di distribuzione dell’orario di lavoro settimanale su 5 giorni (con sabato e domenica considerati non lavorativi) i giorni di ferie sono ridotti da 32 a 28.

Ferie e giorni di riposo: Ccnl studi professionali

Il personale a cui si applica il Ccnl Studi professionali Cipa [2] ha diritto a un periodo di ferie annue nella misura di 26 giorni lavorativi. Questi giorni sono comprensivi delle giornate di sabato anche se la giornata è di riposo in quanto l’orario è distribuito su 5 giorni. In altre parole, le giornate di ferie non devono essere ridotte per chi lavora 5 giorni alla settimana, ma il sabato, o la diversa giornata di riposo, ulteriore rispetto al riposo settimanale (di regola collocato nella giornata di domenica), sono contati come ferie.

Ferie e giorni di riposo: Ccnl terziario- Confcommercio

Il personale a cui si applica il Ccnl Confcommercio- terziario ha diritto a un periodo di ferie annuali nella misura di 26 giorni lavorativi. In base alle indicazioni contrattuali [3], la settimana lavorativa – quale che sia la distribuzione dell’orario di lavoro settimanale – è comunque considerata di 6 giorni lavorativi dal lunedì al sabato agli effetti del computo delle ferie.

Quindi il sabato, anche se giorno di riposo, va contato come ferie, ma, d’altra parte, le giornate di ferie non devono essere riproporzionate per chi lavora 5 giorni alla settimana.

Dal computo del periodo di ferie vanno escluse le domeniche e le festività nazionali e infrasettimanali cadenti nel periodo stesso: di conseguenza, il periodo di ferie deve essere prolungato di tanti giorni quante sono le domeniche e le festività nazionali e infrasettimanali in esso comprese.

Ferie e giorni di riposo: Ccnl lavoro domestico

In base al contratto collettivo nazionale per il Lavoro Domestico [4], indipendentemente dalla durata e dalla distribuzione dell’orario di lavoro, il lavoratore domestico ha diritto ad un periodo di ferie di 26 giorni lavorativi, per ogni anno di servizio presso lo stesso datore di lavoro. Ma come devono essere considerati questi giorni lavorativi? Che cosa succede se, ad esempio, la colf lavora per un solo giorno a settimana? Ha diritto a 26 settimane di ferie, cioè a metà dell’anno? Naturalmente no.

Come spiegato nel chiarimento a verbale del Ccnl per il lavoro domestico, la colf ha diritto a un periodo di ferie annuali pari a 26 giorni lavorativi, ma agli effetti del computo delle ferie la settimana lavorativa – qualunque sia la distribuzione dell’orario di lavoro settimanale – è comunque considerata di 6 giorni lavorativi, dal lunedì al sabato, anche se non sono tutti lavorati.

Quindi, se la colf part time lavora per una sola giornata alla settimana, ad esempio il mercoledì, va segnata l’intera settimana di ferie, per cui devono essere segnate come ferie tutte le altre giornate, dal lunedì al sabato? La risposta è affermativa, ma è anche possibile effettuare il calcolo del valore orario di una giornata di ferie.

Difatti, se il numero delle ore lavorate nella settimana diminuisce, diminuisce anche il valore giornaliero delle 26 giornate di ferie maturate. Se, ad esempio, la colf lavora in regime di part time, per uno o due giorni alla settimana, matura ugualmente i 26 giorni lavorativi di ferie, ma ogni giornata ha un valore ridotto in proporzione.

Calcolo valore orario giornaliero delle ferie

Per calcolare il valore orario giornaliero delle ferie, bisogna eseguire la seguente operazione:

  • numero di ore lavorate nella settimana x 52 (settimane nell’anno): 12 (mesi dell’anno): 26;
  • il risultato corrisponde al valore orario di 1/26, cioè di ogni giornata di ferie, per la colf part time.

Colf che lavora per 8 ore la settimana: 8 x 52: 12:26= 1,33333; questa cifra corrisponde al valore orario di una giornata di ferie.

In pratica, la colf che presta servizio per due giornate, da 4 ore ciascuna, e che in una settimana dell’anno si assenta, fruisce nella settimana di 8 ore di ferie, che corrispondono a 6 giorni lavorativi da 1,333 ore ciascuno. Pertanto, non le spettano 26 giornate di ferie l’anno da 4 ore, ma 26 giornate da 1,333 ore.

Calcolo ferie a giorni

Per chi preferisce calcolare non la maturazione delle ferie ad ore, ma quella a giorni, anche considerate le disposizioni del contratto collettivo, possono essere fatte maturare mensilmente:

  • un numero di giornate determinate secondo la seguente formula:
  • giorni lavorativi settimanali x 4,3334: 12; in questo caso, se viene segnato come ferie un giorno della settimana, il valore dovuto è pari alla retribuzione giornaliera di quella giornata;
  • un numero di giornate pari a 1/12 di 26 giorni (2,16666); in questo caso, se viene segnato come ferie un giorno della settimana, il valore pagato è pari a 1/6 dell’orario settimanale (pari a 1/26), dunque il datore di lavoro deve ricordarsi di segnare come ferie anche i giorni non lavorati dal lunedì al sabato.

I differenti sistemi con i quali computare i ratei ferie maturati mensilmente, a giorni (predeterminati- giorni 26esimi e non) o a ore, sono equivalenti.


note

[1] D.lgs. 66/2003.

[2] Art. 54 Ccnl studi professionali Cipa.

[3] Art.159 Ccnl Terziario- Confcommercio.

[4] Art.18 Ccnl lavoro domestico.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube