Avvocati: bonus del 50% per materiale informatico

18 Giugno 2020 | Autore:
Avvocati: bonus del 50% per materiale informatico

La Cassa Forense mette a disposizione un contributo per l’acquisto di computer, stampanti ed altri strumenti. Come funziona il bando.

Computer, stampanti, webcam, monitor. Ma anche sistemi per la videoconferenza o una licenza antivirus. Sono i più svariati gli strumenti informatici su cui gli studi legali possono ottenere un contributo fino al 50% dalla Cassa Forense, che ha dato il via ad un nuovo bando in proposito, il terzo in appena sei mesi. L’obiettivo, come facile immaginare, è contrastare il «colpo» ricevuto dall’emergenza coronavirus.

Il contributo, come detto, può arrivare fino al 50% della spesa al netto dell’Iva effettivamente sostenuta e documentata per l’acquisto di strumenti informatici destinati all’esercizio della professione e sostenuta nel periodo dall’1 gennaio 2019 al 30 giugno 2020. Il limite minimo di spesa sul quale viene riconosciuto il «bonus» è di 300 euro, mentre quello massimo è di 1.500 euro.

Possono accedere al contributo gli avvocati e i praticanti iscritti alla Cassa Forense, a patto che non abbiano già ricevuto analogo contributo grazie ai bandi precedenti. Inoltre, devono essere in regola con le comunicazioni reddituali alla Cassa e non avere percepito dei rimborsi totali o parziali per lo stesso motivo da parte di altri enti.

La Cassa Forense ha messo a disposizione per questo bando un milione e mezzo di euro. Superata tale disponibilità, non verranno erogati più contributi. La precedenza verrà data a chi ha dichiarato un reddito più basso. A parità di reddito, prevarrà la minore età anagrafica e la maggiore anzianità di iscrizione alla cassa. Non verrà, invece, tenuto in considerazione l’ordine di arrivo delle domande.

Come accennato, il contributo servirà a sostenere l’acquisto di diverso materiale informatico: computer fisso o portatile, monitor, webcam o altri singoli componenti, stampanti, sistemi per videoconferenza, abbonamenti per uso di piattaforme, licenze antivirus, sistemi di conservazione e protezione dei dati dello studio legale, ecc.

Per partecipare, occorre inviare la domanda entro le ore 24 del 15 luglio 2020 a mezzo esclusivamente telematico, tramite l’apposita procedura online attivata sul sito della Cassa. Sarà necessario autocertificare i redditi 2018 e allegare la copia della fattura/e quietanzata/e che attestino la spesa sostenuta.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube