Bonus vacanze: le istruzioni per chiederlo

18 Giugno 2020
Bonus vacanze: le istruzioni per chiederlo

Bisogna installare sullo smartphone l’App IO che fornirà il codice per fruire dell’agevolazione. Occorre anche la Dsu valida per il calcolo dell’Isee.

L’Agenzia delle Entrate fornisce le istruzioni per richiedere e utilizzare il Bonus vacanze, previsto dal Decreto Rilancio. A riferirlo è la stessa Agenzia, come riporta una nota stampa diffusa dall’Adnkronos, annunciando che «con il provvedimento firmato dal direttore dell’Agenzia, dopo aver sentito l’Inps e avere acquisito il parere favorevole dell’Autorità garante per la protezione dei dati personali, vengono fornite le modalità per permettere a famiglie e imprese turistiche di richiedere, attivare e utilizzare il bonus».

Sul sito delle Entrate, inoltre, è disponibile una guida che illustra i meccanismi per richiedere l’agevolazione, le date da ricordare e gli importi di cui possono fruire le famiglie, in base al numero dei componenti (per questi requisiti leggi anche: Bonus vacanze chi ne ha diritto e come averlo).

L’Agenzia delle Entrate spiega che per richiedere l’agevolazione «il cittadino deve installare ed effettuare l’accesso a IO, l’App dei servizi pubblici, resa disponibile da PagoPA Spa». A questa App si accede mediante l’identità digitale Spid o la Carta d’Identità Elettronica (Cie 3.0). Per approfondire leggi Bonus vacanze: l’app per avere lo sconto.

Una volta entrato, il contribuente dal 1° luglio e fino al 31 dicembre 2020 potrà richiedere il bonus, dopo aver verificato di averne diritto: bisognerà controllare se si ha una Dichiarazione sostitutiva unica – Dsu in corso di validità, da cui risulti un indicatore Isee sotto la soglia di 40mila euro, oltre la quale l’agevolazione non spetta.

Se questo controllo avrà esito positivo, il richiedente otterrà dalla App un codice univoco e un Qr-code che potranno essere esibiti all’operatore turistico o alla struttura alberghiera e, quindi, utilizzati per la fruizione del bonus che, si ribadisce, spetta in unica soluzione e dunque potrà essere utilizzato per un unico soggiorno, fino a un massimo di 500 euro, e non per vacanze multiple.

Dunque, la cosa importante da fare, per poter accedere al bonus, è di assicurarsi di aver presentato all’Inps, anche attraverso un operatore abilitato (Caf e patronati) la Dichiarazione Sostitutiva Unica (Dsu) necessaria per il calcolo dell’Isee. Ma prima ancora, servirà dotarsi di una identità digitale Spid, se non si è già in possesso di una Carta d’Identità Elettronica di versione Cie 3.0 (quelle precedenti non sono abilitate all’accesso), ed installare sul proprio smartphone l’app dei servizi pubblici chiamata “IO”.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube