Diritto e Fisco | Articoli

Posso comprare dollari in banca?

19 Giugno 2020 | Autore:
Posso comprare dollari in banca?

Come funziona il cambio valuta prima di andare negli Stati Uniti? E quanti soldi si possono portare in contanti? Quali alternative alle filiali?

Se hai programmato il tuo primo viaggio negli Stati Uniti, oltre ai documenti, alle prenotazioni e ad un programma di viaggio per visitare quello che ti interessa nel tempo che avrai a disposizione, dovrai pensare anche al modo in cui pagherai le tue spese durante le vacanze: il bar, il ristorante, l’ingresso in un museo (se non hai fatto il biglietto online), un pensiero da portare a parenti o amici, un souvenir. Sai che, male che vada, puoi contare sulla carta di credito ma non ti va di attraversare l’oceano senza contanti. A quel punto, hai bisogno della moneta locale e ti chiedi: posso comprare dollari in banca?

D’altra parte, potresti pensare: e dove se no? Avresti ragione, ma solo a metà. È vero che la banca è un posto dov’è possibile acquistare o vendere valuta straniera. Ma non è solo l’unico: esistono altri modi (legali, ovviamente) per comprare dollari. È il caso del Money Exchange, che offre qualche vantaggio in più a livello pratico rispetto al tradizionale istituto di credito. Oppure Poste Italiane, anche se bisogna valutare bene le commissioni applicate. Fino ad arrivare alle soluzioni online. Senza dimenticare che, se proprio ti sei dimenticato di acquistarli in Italia o non hai fatto in tempo a fare scorta di un po’ di contanti americani prima di partire, puoi sempre prelevarli quando arrivi a destinazione in uno sportello Atm.

In ogni caso, e prima di fare qualsiasi scelta, conviene sempre che ti informi sui tassi di cambio aggiornati, per evitare che qualcuno tenti di guadagnarci sopra più del dovuto. Inoltre, è opportuno cambiare già l’importo che ti servirà per il tuo viaggio, per pagare le commissioni su un’operazione sola. Eventualmente, potrai tenere i contanti nella cassaforte o nella cassetta di sicurezza dell’albergo.

Comprare dollari: quanti soldi si possono portare via?

Prima di vedere dove comprare i dollari, è opportuno sapere quanti se ne possono portare via, prima di pagare delle commissioni su una cifra che poi si rivela inutile perché troppo eccessiva.

Prima di varcare la soglia degli Stati Uniti, già mentre sei a bordo dell’aereo, dovrai compilare la dichiarazione doganale. Oltre ai tuoi dati e a quelli di chi viaggia con te, dovrai dichiarare se tu o qualcuno della tua famiglia porta più di 10mila dollari o una cifra equivalente in valuta straniera. Non si tratta di un vero e proprio limite di contanti, nel senso che non è vietato entrare negli Usa con, ad esempio, 13mila dollari. Il discorso è che se si supera questo limite, va dichiarato. Ma in un altro modulo.

Ti consigliamo, a questo proposito, di approfondire l’argomento nel nostro articolo Limite contanti per gli Usa

Ma cominciamo a vedere come comprare dollari in banca e poi diamo un’occhiata anche alle altre soluzioni.

Comprare dollari in banca

Cominciamo, dunque, dal luogo più classico per l’acquisto di valuta estera. Chi vuole comprare dollari in banca sa di compiere una scelta comoda e sicura recandosi presso lo sportello di qualsiasi istituto di credito, ma soprattutto in quello presso il quale ha il proprio conto corrente.

Non pensare, però, di entrare nella filiale con gli euro ed uscire già con i dollari in tasca: se la somma non è alta e c’è la disponibilità di valuta in quel momento, potrebbe essere così. Altrimenti dovrai prenotare la moneta estera ed attendere qualche giorno. Di solito, si consiglia di fare l’ordine da una settimana a dieci giorni prima di andare via, tanto per andare sul sicuro.

Comprare dollari in posta

È possibile anche comprare dollari in posta ma non in qualsiasi ufficio postale, perché non tutti sono abilitati alla compravendita di valuta estera. Conviene sempre informarsi prima e per tempo. Negli uffici in cui si può fare questa operazione, occorre pagare una commissione fissa (6 euro) più una percentuale sull’importo cambiato (il 4%).

In questo elenco puoi consultare l’ufficio postale abilitato più vicino a casa tua.

Comprare dollari in un Money Exchange

In banca, in posta ma anche in un ufficio cambi autorizzato, o Money Exchange, anche presso l’aeroporto di arrivo o in hotel. Anche se quella dello scalo e dell’albergo alla destinazione potrebbe essere la scelta meno conveniente: i tassi di cambio, infatti, non sono proprio bassi, anzi: rispetto a quelli applicati da banca o posta possono risultare piuttosto elevati, arrivando anche a superare il 20%.

Piuttosto, se proprio sei sprovvisto di contanti per qualsiasi motivo, meglio che ti rechi in città, in un ufficio cambi autorizzato. Non sarà come quello della tua banca, ma nemmeno come quello dell’aeroporto.

Comprare dollari presso lo sportello Atm

Come se ancora fossi in Italia e avessi bisogno di soldi. Anche nella maggior parte delle città degli Stati Uniti puoi utilizzare la tua carta di credito (ricordati di avere in mente il Pin), il Bancomat o una carta prepagata per prelevare in questo caso dei dollari presso uno sportello Atm. Le commissioni, a seconda della carta, vanno dal 4% al 5% circa.

Stai attento, però: se devi utilizzare uno di questi sportelli, meglio che tu lo faccia in una banca anziché in uno di quelli che si trovano nei market o nei negozi. Questione sempre di costi dell’operazione: potresti pagare delle commissioni da capogiro.

Comprare dollari online

Se preferisci comprare dollari senza dover uscire di casa ed in qualsiasi momento della giornata, puoi farlo online. Dovrai andare su uno dei siti abilitati a questa operazione, fare la prenotazione dell’importo che ti serve e ritirarlo nella data stabilita presso una delle filiali della società che ha effettuato il cambio di valuta online. I costi sono piuttosto contenuti.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube