L’allarme dell’esperto sulla frequenza delle pandemie

22 Giugno 2020
L’allarme dell’esperto sulla frequenza delle pandemie

Secondo Walter Ricciardi potrà servirci prendere nota dell’esperienza Coronavirus e degli errori fatti, soprattutto per il futuro prossimo.

Pandemie sempre più frequenti. La previsione è di Walter Ricciardi, uno degli esperti che abbiamo imparato a conoscere, dopo l’emergenza Coronavirus. Ricciardi è ordinario di Igiene generale e applicata all’Università Cattolica e consigliere del ministro della Salute per il coordinamento con le istituzioni sanitarie internazionali. Da oggi, riveste anche la carica di nuovo direttore scientifico degli Istituti clinici scientifici (Ics) Maugeri. Secondo lui dobbiamo fare tesoro dell’esperienza che abbiamo appena accumulato, in termini di gestione di epidemie di scala globale. Perché in futuro dovremo essere pronti a fronteggiare altre pandemie come questa. Ne ha parlato oggi, durante un seminario via web, di cui ci mette al corrente l’agenzia di stampa Adnkronos.

Prevenzione o pandemie

Il webinar ha riguardato l’evoluzione delle competenze manageriali e professionali per il Servizio sanitario nazionale post Covid ed è stato promosso dall’Alta scuola in economia e management dei sistemi sanitari dell’Università Cattolica (Altems) di Roma.

«Nei duemila anni precedenti le pandemie si sono contate sulle dita di una mano. Dal ventesimo secolo ci sono già state sei pandemie – ha dichiarato Ricciardi – e la rapidità degli spostamenti, la promiscuità delle nostre vite renderanno questi fenomeni costanti. O noi ci attrezziamo per prevenirle» o «ci troveremo a fare i conti sempre più spesso con questi fenomeni».

Quanto alla nostra sanità «alcune regioni si sono comportate egregiamente e i risultati si sono visti. Sono quelle che hanno avuto la capacità di contemperare le esigenze di bilancio con quelle di servizio, ma non dobbiamo dimenticare che con lo stesso Servizio sanitario nazionale le regioni si sono comportate in modo difforme. Dunque per garantire omogeneità c’è bisogno di strategie omogenee che siano applicate in modo omogeneo sul territorio. Un obiettivo difficile, una sfida», ha ammesso Ricciardi, che richiede «nuove professionalità, sia dall’ambito medico che non medico». E una chiave arriva proprio dalla formazione.

Errori di comunicazione

«In tempo di pandemia è stata osservata un’asimmetria comunicativa tra i clinici», che poi sono quelli che «vedono i pazienti e sono soggetti a quel fenomeno che si chiama “il mostro del numeratore”: vedono cioè dei casi clinici, poi tendono a generalizzare alla popolazione generale» elementi che però riguardano il «limitato gruppo dei loro pazienti, del loro ambulatorio, del loro ospedale. La visione sistemica si acquisisce sul campo e c’è bisogno di un’attività specifica» per acquisirla, ha detto l’esperto, alludendo all’importanza della formazione.

Ripercorrendo poi quanto è avvenuto nella pandemia di Sars-Cov-2, «in Italia possono essere stati fatti degli errori – ha aggiunto, citando l’analisi contenuta nel libro di Richard Horton “The Covid-19 Catastrophe” – ma nel nostro Paese non sono stati fatti gli errori visti invece in Gran Bretagna, in Brasile, negli stessi Stati Uniti».

«Nel nostro Paese sono stati fatti errori di comunicazione soprattutto», sull’unitarietà della catena di comando, «che hanno contribuito a generare confusione. Tutto questo è evitabile, credo grazie alla formazione».



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube