Diritto e Fisco | Articoli

Ricovero in ospedale e visita fiscale

20 Agosto 2020 | Autore:
Ricovero in ospedale e visita fiscale

Il lavoratore può essere assoggettato ai controlli sanitari da parte del medico dell’Inps durante la degenza ospedaliera?

Il dipendente assente per malattia ha il diritto di ricevere, sino a un determinato termine massimo, un’indennità da parte dell’Inps o del datore di lavoro. Le assenze per malattia sono difatti tutelate dalla legge: nonostante il lavoratore non svolga la propria attività, ha comunque diritto a una retribuzione, o, più precisamente, all’indennità per malattia.

Quest’indennità spetta anche nel caso in cui il dipendente risulti ricoverato in ospedale; se ad essere ricoverato è un lavoratore iscritto presso la gestione separata, parasubordinato o autonomo, sussiste addirittura il diritto a un’indennità per malattia raddoppiata, ossia alla speciale indennità per degenza ospedaliera.

Proprio in virtù della spettanza di un trattamento economico durante le assenze per malattia, l’Inps ed il datore di lavoro hanno il diritto di verificare lo stato di salute del lavoratore, inviando al proprio domicilio il medico fiscale, o richiedendo la visita fiscale ambulatoriale.

Ma che cosa accade qualora il lavoratore sia ricoverato in ospedale? La visita fiscale può passare comunque? Facciamo il punto su ricovero in ospedale e visita fiscale.

Ricordiamo innanzitutto che, qualora il lavoratore non in malattia, a seguito di un malore o di un infortunio, sia ricoverato direttamente in ospedale, è la struttura sanitaria a trasmettere la certificazione medica all’Inps in via telematica e non il medico curante.

Al contrario, può accadere che il lavoratore assente per malattia, con certificazione telematica già trasmessa dal proprio medico curante, non possa più essere reperibile durante le fasce orarie per la visita fiscale a causa del ricovero in ospedale. In questo caso che cosa succede?

Quali sono le fasce di reperibilità?

Le cosiddette fasce di reperibilità sono le fasce orarie nelle quali il lavoratore deve essere a disposizione del medico dell’Inps presso il domicilio indicato nella certificazione telematica trasmessa all’istituto.

La disponibilità va dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19 per i lavoratori dipendenti del settore privato e per gli iscritti presso la gestione separata. Vai invece dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18 per i dipendenti pubblici.

La visita fiscale può passare sette giorni su sette, anche nelle domeniche, nei giorni festivi ed in quelli non lavorativi. Maggiori approfondimenti in: Malattia e visita fiscale, guida Inps.

Quando ci si può assentare nelle fasce di reperibilità?

Il lavoratore, in casi specifici, non è tenuto al rispetto delle fasce di reperibilità per la visita fiscale. Questo accade nei casi di esonero dalla visita fiscale e nei casi di giustificato motivo di assenza. I casi di esonero sono tassativi:

  • lavoratori per i quali l’assenza è riconducibile a una patologia collegata alla situazione di invalidità riconosciuta nella misura pari superiore al 67%;
  • lavoratori per i quali l’assenza è riconducibile a una malattia che richiede terapie salvavita;
  • lavoratori per i quali l’assenza è riconducibile a una malattia per la quale sia stata riconosciuta la causa di servizio (questa causa di esonero è valida solo per alcune categorie di dipendenti pubblici).

I casi di giustificato motivo di assenza alla visita fiscale, invece, risultano:

  • la necessità di sottoporsi a visite mediche generiche urgenti e ad accertamenti specialistici che non possono essere effettuati in orari diversi da quelli compresi nelle fasce orarie di reperibilità;
  • provati gravi motivi personali o familiari;
  • cause di forza maggiore.

In generale, risultano giustificato motivo di assenza tutte le ipotesi in cui sussistono seri e fondati motivi che rendano ragionevole l’allontanamento del lavoratore dal proprio domicilio.

Per conoscere, nel dettaglio, tutte le ipotesi in cui l’allontanamento dal proprio domicilio durante le fasce orarie di reperibilità è giustificabile: Assenza giustificata alla visita fiscale.

La visita fiscale può avvenire se il lavoratore è ricoverato?

Il lavoratore ricoverato in ospedale è escluso dalla possibilità di essere sottoposto alla visita fiscale, secondo quanto previsto dalla legge [1]. La visita fiscale non può avvenire in ospedale. Naturalmente, il lavoratore deve essere in possesso della documentazione comprovante il ricovero, qualora sia contestata l’assenza dal proprio domicilio.

Che cosa succede se il lavoratore è assente alla visita fiscale? 

Se il lavoratore è assente senza giustificato motivo e non è ricoverato, le conseguenze possono essere molto gravi:

  • per l’assenza alla prima visita fiscale, il lavoratore perde qualsiasi trattamento economico per i primi 10 giorni di malattia, o sino alla giornata in cui avviene la visita ambulatoriale;
  • per l’assenza alla seconda convocazione, oltre alla precedente sanzione, si riduce del 50% il trattamento economico per il periodo di malattia residuo;
  • per l’assenza alla terza convocazione, l’erogazione dell’indennità Inps viene interrotta da quel momento e fino al termine del periodo di malattia; in pratica, la malattia non è riconosciuta ai fini del diritto all’indennità.

In ogni caso, l’assenza ingiustificata alla visita fiscale è un’inadempienza sia verso l’Inps, che verso il datore di lavoro: il dipendente può essere dunque sanzionato anche col licenziamento, in caso di ripetuta assenza ingiustificata dal domicilio durante le fasce orarie di reperibilità in costanza di malattia [2].


note

[1] Art.5 DL 463/1983.

[2] Cass. sent. 24681/2016.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube