Cronaca | News

La brutta offesa di una compagnia aerea all’Italia

24 Giugno 2020
La brutta offesa di una compagnia aerea all’Italia

Oltraggio da parte di un operatore inglese: sul suo portale, una descrizione che doveva essere uno spot promozionale per una nota città del Sud e che, invece, sembra fatto apposta per sortire l’effetto contrario.

E meno male che doveva essere un invito a visitare Lamezia Terme. Ora, il testo originario, è sparito dal sito, ma la prima recensione di easyJet sulla città e, in generale, sulla Calabria, non era propriamente lusinghiera. Gli internauti, naturalmente, se ne sono accorti ed è inevitabilmente montata la polemica. Ma cosa aveva scritto la compagnia aerea inglese su questo nostro pezzo di Meridione?

La Calabria secondo easyJet (parte prima) 

«Per un assaggio autentico della vivace vita italiana, niente di meglio della Calabria. Questa regione soffre di un’evidente assenza di turisti a causa della sua storia di attività mafiosa e di terremoti e la mancanza di città iconiche come Roma e Venezia capaci di attrarre i fan di Instagram». Eccola qui, la Calabria agli occhi di easyJet, uno dei più noti operatori low cost del trasporto aereo. Questa la descrizione che, fino a ieri, compariva sul portale della compagnia, alla voce Lamezia, dove si trova uno degli aeroporti della regione. Parole in spregio alla punta dello stivale e alla sua storia che parla di Magna Grecia e di un tempo in cui le colonie calabresi gareggiavano con Atene per magnificenza.

Ndrangheta e terremoti, il ritratto tracciato da easyJet con poche e grossolane pennellate, premettendo, tra l’altro che non c’è «niente di meglio per un assaggio autentico della vivace vita italiana». Caratteristiche, quindi, ritenute evidentemente rappresentative di un intero Paese.

Viene in mente d’un tratto «Ammore e malavita», deliziosa commedia musicale dei Manetti Bros, dove un gruppo di americani si rallegra per aver vissuto «la massima esperienza turistica»: essere scippati a Scampia durante una vacanza in Italia.

Peccato che nella scheda di easyJet sulla Calabria non ci fosse neanche un filo di quell’ironia dei Manetti Bros che fa a pezzi i pregiudizi, rendendoli parodie divertenti: quella della compagnia aerea è stata una brutta gaffe che non poteva passare inosservata e, in effetti, non è accaduto. Pochi minuti per fare il giro del web, social compresi dove, si sa, l’indignazione si sparge in un attimo, sulle ali di like, condivisioni e commenti.

La Calabria secondo easyJet (parte seconda) 

easyJet è stata costretta alla rettifica. Nel giro di qualche ora, sismi e mafia spariti; Lamezia Terme è diventata «un posto favoloso che vale la pena visitare in qualsiasi periodo dell’anno». Toni ben diversi e una descrizione dell’intera regione meno scarna e più seducente. Giudicate voi stessi: «Lamezia Terme si trova nel cuore del Mediterraneo. Grazie alle sue attraenti insenature, candide spiagge incontaminate, meravigliosi paesaggi montani e alpini, è una destinazione perfetta per le vostre vacanze. Le zone circostanti sono tutte da scoprire, dai templi greci, romani e normanni ai palazzi borbonici. Se siete alla ricerca del riposo più assoluto, c’è una stazione termale molto famosa a Caronte con sorgenti naturali calde. La cucina locale è ricca e gustosa, e si basa essenzialmente su verdure essiccate e marinate, tonno rosso, pesce spada e salsicce piccanti. Essendo uno dei maggiori produttori al mondo di nocciole e agrumi, non potete proprio rinunciare ai deliziosi dolci tipici. Se siete appassionati di shopping, Lamezia Terme non vi deluderà. La cittadina di Sant’Eufemia è famosa per il suo fulcro commerciale in piazza Italia. A Sambiase e Nicastro si tiene periodicamente un mercato e ci sono numerosi negozi nei pressi di Nicastro».

Le reazioni 

La prima versione non era piaciuta, in particolare, alla governatrice della Calabria Jole Santelli, che ha scritto una lettera di protesta all’operatore. «La pseudo operazione di marketing sulla Calabria realizzata da easyJet è offensiva, miope e ha un chiaro sapore razzista. Si potevano usare tante parole per descrivere la meraviglia e la straordinarietà di una regione unica al mondo, ma la compagnia ha scelto le più becere e le più consunte, realizzando una pubblicità ingannevole che non è altro che una sommatoria di inqualificabili pregiudizi», ha detto la presidente della Regione.

Per Federturismo Confindustria, che ha inviato una nota ai giornali per esprimere sdegno, «è solo l’ultima di tante provocazioni pubblicitarie in cui l’Italia viene associata alla mafia. Purtroppo l’immagine del nostro Paese agli occhi di uno straniero è spesso accompagnata da stereotipi e pregiudizi di cui siamo sovente responsabili, ma di cui dobbiamo liberarci. È fondamentale riabilitare il brand Italia e dobbiamo farlo con un lavoro sinergico che ci veda tutti coinvolti e compatti. L’Italia è ricca di arte, cultura, paesaggio, bellezza, enogastronomia – conclude il comunicato – dobbiamo imparare a comunicarlo in modo corretto, promuoverci come meta sicura, pensando a un grande lavoro integrato su turismo e cultura come fattori trainanti per la ripresa anche del made in Italy».



1 Commento

  1. Vista l”‘atmosfera” che gira intorno al vettore inglese, per quel che mi riguarda, MAI easy jet! Ma… a proposito: dato che l’inghilterra NON è che brilli da molti decenni per la sua “trasparenza”, magari occuparsi delle svariate corna di casa reale, che le ha proprio lì vicino, fuori dall’uscio…, no???… Sempre la pagliuzza nell’occhio del vicino, ma mai la trave nel proprio!!! Vero, easyNIET??? Giusto per dare a Cesare…

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube