Dl Rilancio: novità sull’emendamento a sostegno dell’editoria

2 Luglio 2020 | Autore:
Dl Rilancio: novità sull’emendamento a sostegno dell’editoria

Bocciato il fondo da 400 milioni di euro per tutelare le imprese editrici di quotidiani e periodici locali in crisi.

Era stato presentato per dare un forte segnale di attenzione e di difesa all’editoria locale, l’emendamento al decreto Rilancio che istituiva un fondo di 400 milioni di euro per il 2020. Un contributo a fondo perduto rivolto a quelle imprese editrici di quotidiani, periodici locali e testate online che non beneficiavano già di altri contributi statali, a prescindere dalla forma giuridica o dall’appartenenza a gruppi editoriali.

Oggi, come riporta una nota stampa dell’agenzia Adnkronos, il vicecapogruppo vicario della Lega alla Camera, Fabrizio Cecchetti, primo firmatario dell’emendamento, informa che è stato «Bocciato il nostro emendamento al decreto Rilancio a sostegno dell’editoria locale e online. L’istituzione di un fondo da 400 milioni di euro per il 2020 era una proposta ragionevole. Una misura di buon senso per evitare a numerose imprese editrici di quotidiani e periodici locali in crisi nera di tagliare posti di lavoro in una fase economica di per sé già drammatica. Il governo Pd-5S se ne assuma ora la responsabilità. A maggior ragione dopo aver accolto poche settimane fa il nostro odg al decreto Liquidità con cui si era impegnato in questa direzione, ma evidentemente solo a parole. Alla faccia della coerenza e di tante belle promesse».

«Serviva un segnale di discontinuità, invece – sottolinea Cecchetti – va sempre peggio. E, nel frattempo, investimenti pubblicitari e ricavi da vendita sempre più a picco. Quindi, altri posti di lavoro a rischio. Con buona pace di chi ci propina i soliti sermoni sulla desertificazione del panorama dell’informazione e del pluralismo. Non ci arrendiamo. Continueremo la nostra battaglia in Parlamento affinché per questi settori editoriali in crisi nera giungano decisioni concrete e soprattutto risorse vere», conclude.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube