Diritto e Fisco | Articoli

Family Act: ecco quando arriverà l’assegno per i figli

2 Luglio 2020 | Autore:
Family Act: ecco quando arriverà l’assegno per i figli

Novità sul sostegno destinato alle famiglie.

Ieri, si è svolta alla Camera dei deputati la discussione generale sulla prima misura del ‘Family Act’, approvato nella sua interezza. L’assegno unico universale per i figli fino a 21 anni arriverà dal prossimo anno. Lo assicura la ministra per la Famiglia e le pari opportunità Elena Bonetti durante il programma ‘Agorà’ sulla Rai.

«Abbiamo proceduto con grande celerità, utilizzando il canale parlamentare già avviato e ho apprezzato anche il contributo durante il dibattito in Parlamento da parte di tutte le forze, di maggioranza e di opposizione: quindi, è un provvedimento che riconcilia il Paese, evitando qualsiasi ideologia per passare alla concretezza di risposte e di proposte», sottolinea la ministra in una nota stampa riportata dall’agenzia Adnkronos.

Quanto all’ammontare dell’assegno, «non abbiamo prefissato una cifra – premette Bonetti – ogni mese le famiglie riceveranno una somma per ciascun figlio, dalla nascita fino ai 21 anni, con una maggiorazione dal terzo figlio e in caso di figli disabili, dal 30% al 50%, estesa a tutto l’arco della vita».

In ogni caso, «ci sarà un carattere di universalità per tutti, con l’obiettivo che nessuno prenda meno di quanto non stia già prendendo adesso. Stiamo facendo i conteggi, anche sulla base della nuova riforma fiscale che faremo; si era fatta un’ipotesi fra 200 e 250 euro, in una prima simulazione. Importante è che le famiglie potranno contare su questa cifra, tutti i mesi, erogata con semplicità».

Per maggiori informazioni, leggi “Fase 3: il Family Act approda alla Camera“.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube