Cronaca | News

Coronavirus, ora arriva la gara a chi si infetta prima

3 Luglio 2020
Coronavirus, ora arriva la gara a chi si infetta prima

I Covid party impazzano in Alabama. Una prova d’irresponsabilità proprio negli Stati Uniti, dove l’epidemia viaggia incontrollabile.

Li chiamano «Covid party», feste dove si fa a gara a chi impiega meno tempo a contagiarsi. C’è perfino un premio in denaro per il vincitore, che è colui che, dopo il festino, risulta positivo per primo. Una notizia inquietante quella che riporta la Cnn. La nuova e pericolosissima moda sta spopolando soprattutto nello Stato dell’Alabama, come confermato dal capo dei vigili del fuoco Randy Smith. Preoccupa molto le autorità locali. «All’inizio pensavamo fosse uno scherzo – ha detto Sonya McKinstry, consigliere comunale a Tuscaloosa, città dell’Alabama centro-occidentale, intervistata dall’emittente americana -. Abbiamo fatto qualche ricerca ed è risultato tutto vero. Mi rende furiosa: questi ragazzi potrebbero portare il virus a casa e trasmetterlo a genitori e nonni».

Sono party organizzati quasi sempre da giovanissimi. Si invita un positivo e si «gioca» a contagiarsi: indice evidente di una mancata comprensione dei rischi che si corrono, peraltro proprio negli Stati Uniti, attualmente il Paese più colpito dalla pandemia. Il virus sta correndo veloce in quaranta dei cinquanta Stati della federazione: 55mila i contagi nelle ultime ventiquattr’ore, un record quanto a incremento giornaliero di casi di infezione. Particolarmente allarmante l’aumento dei malati Covid in Florida: su 21 milioni di abitanti, i contagiati attuali sono 10.100. Il primo giugno erano 667. Una progressione impressionante.

«È un problema di salute pubblica – ha continuato McKinstry, ai microfoni della Cnn -. La gente sta morendo e non esiste una cura. Dobbiamo fare tutto quello che è in nostro potere per salvare più vite possibili». La città di Tuscaloosa sta cercando di correre ai ripari per impedire lo svolgimento di queste feste; è stata appena emanata un’ordinanza per rendere obbligatorio l’uso delle mascherine da lunedì. Al momento, in Alabama, sempre secondo i dati dell’emittente Usa, sono 39mila i casi confermati di Coronavirus, per un totale di mille morti.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube