Dl Rilancio: tutte le novità definitive alla Camera

4 Luglio 2020 | Autore:
Dl Rilancio: tutte le novità definitive alla Camera

Non solo superbonus: arrivano gli incentivi per l’acquisto di auto ecologiche. Blindato l’aumento della pensione di invalidità. Ecco le nuove misure.

Incentivi per la rottamazione delle auto, aumento della pensione di invalidità blindato, finanziamenti alle scuole paritarie, rafforzamento della «carta cultura». Nelle modifiche apportate alla Camera al decreto Rilancio, non ci sono soli i ritocchi al superbonus del 110% (leggi il nostro articolo sulla “versione definitiva approvata in commissione“) ma altri interventi che interessano diversi settori.

Partiamo dalle auto. La commissione Bilancio di Montecitorio ha dato il via libera ai nuovi incentivi fino a 4.000 euro per l’acquisto o il leasing di auto nuove ecologiche e fino a 3.500 euro per i veicoli «euro 6» tra il 1° agosto ed il 31 dicembre 2020.

Il bonus è vincolato ad uno sconto in concessionaria di almeno 2.000 euro. L’agevolazione è di 1.500 euro per l’acquisto di auto «euro 6» (quelle, cioè, con emissioni CO2 g/km da 61 a 110) e di 2.000 euro per i mezzi elettrici o ibridi (con emissioni fino a 60), con la contestuale rottamazione di un veicolo immatricolato prima del 2010. Senza la rottamazione, il bonus si dimezza. Considerando le agevolazioni già attive, negli ultimi cinque mesi dell’anno, l’ecobonus complessivo per i veicoli ecologici sale di 4.000 euro arrivando fino a quota 10.000 euro, di cui 2.000 a carico del venditore. Aumentato, inoltre, di altri 20 milioni di euro il bonus-bici.

Altre novità. È stata approvata la norma che blinda l’aumento delle pensioni d’invalidità, che istituisce un Fondo per questi assegni al 100%. La misura segue la pronuncia della Corte costituzionale dei giorni scorsi sull’aumento del trattamento ai soggetti con grave disabilità a prescindere dal requisito dei 60 anni d’età.

Raddoppia la dote per le scuole paritarie, grazie al nuovo finanziamento di 150 milioni (300 milioni in totale).

In arrivo 40 milioni di euro nel 2020 per i Comuni maggiormente colpiti dal coronavirus dove sono state attivate le zone rosse. Via libera allo stop di due mesi di Tosap e Cosap (dal 1° marzo al 30 aprile) per l’occupazione del suolo pubblico da parte degli ambulanti.

Vengono potenziate con altri 15 milioni di euro le risorse per la «carta cultura», l’emendamento per il rimborso cash dei concerti, alla scadenza dei voucher, in caso di cancellazione definitiva e quello che equipara i servizi sociali ai servizi pubblici, «proteggendoli» così da interruzioni.

Prevista la possibilità di utilizzare fino al 30 giugno 2021 anche i taxi ed i noleggi con conducente per i servizi di linea per il trasporto di persone.

Ci sono, infine, altri interventi inclusi nel decreto Rilancio come, ad esempio:

  • fondi per gli operatori delle fiere e per i lavoratori frontalieri;
  • contributo di ulteriori 20 milioni al Fondo per i compensi maturati da avvocati e ausiliari dei giudici;
  • aiuti per 4 milioni di euro destinati alla prevenzione e il contrasto della violenza per motivi legati all’orientamento sessuale;
  • autorizzazione all’assunzione di 650 allievi agenti di Polizia penitenziaria;
  • indennità di 950 euro per i lavoratori autonomi della pesca.

Il testo dovrebbe arrivare lunedì alla Camera per essere sottoposto al voto di fiducia e all’approvazione, probabilmente entro mercoledì. Dopodiché, sarà il turno del Senato, dove il dl Rilancio dovrebbe diventare legge senza modifiche entro il 18 luglio.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube