Diritto e Fisco | Articoli

Lo spam? Un’invenzione degli avvocati

29 Gennaio 2013
Lo spam? Un’invenzione degli avvocati

Lo spam, quell’odiosa pratica commerciale che riempie le caselle email di pubblicità non richiesta e non voluta, ha un’origine storica bizzarra: gli involontari creatori sarebbero due avvocati.

In pochi sanno che lo spam (inteso come messaggio commerciale inviato sfruttando una rete di comunicazione) è nato proprio per mano di uno studio legale.

Era il 1979 e due ingegneri informatici della Duke University, Tom Truscott e Jim Ellis, inventarono un sistema di messaggistica distribuita che consentiva lo scambio a buon mercato di messaggi istantanei fra migliaia di computer collegati in tutto il mondo.

Si chiamava Usenet.

Inizialmente, Usenet venne utilizzato per pubblicare annunci o informazioni. Quando però venne compresa la sua funzione interattiva, tutti iniziarono a utilizzare il software come strumento per parlare tra loro (una sorta di nonno di Facebook).

Ma nel 1994, una coppia di avvocati cambiò la storia. Lo studio associato Cantel & Siegel pubblico il primo messaggio pubblicitario per promuovere i propri servizi: una forma di spam degli anni ’70.

Tutti gli utenti di Usenet, indignati, si ribellarono a questa manovra, inondando i due avvocati di messaggi di protesta. Ma ormai il dado era tratto e, come di solito avviene, l’esempio cattivo ci mette poco a riprodurre i propri cloni. In breve, si moltiplicarono a dismisura le persone che usarono Usenet e tutta la rete per diffondere annunci pubblicitari di gioco d’azzardo e truffe di ogni tipo.

Mentre Usenet spariva, nasceva il World Wide Web, per mano di Tim Berners-Lee. Ma questa è una storia che conoscete già…



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube