Diritto e Fisco | Articoli

Come denunciare un abuso edilizio in anonimato

23 Settembre 2020 | Autore:
Come denunciare un abuso edilizio in anonimato

Denuncia: si possono segnalare reati mantenendo l’anonimato? Una denuncia anonima per abuso edilizio è valida? Come procedere?

Uno dei reati più commessi in Italia è senza dubbio l’abuso edilizio. Un po’ perché la normativa edilizia italiana è molto complessa e quindi a volte neanche i tecnici la conoscono, un po’ perché si spera di non essere scoperti nel caso in cui i lavori effettuati siano diversi da quelli autorizzati, l’abusivismo edilizio è un male molto diffuso e radicato nella nostra penisola. A volte gli abusi vengono scoperti mediante accertamento da parte delle autorità locali; altre volte, invece, ci pensano i vicini a segnalare il misfatto alle autorità. Con questo articolo vedremo come denunciare un abuso edilizio in anonimato.

Devi sapere che il reato di abuso edilizio è procedibile d’ufficio: ciò significa che chiunque può segnalarlo alle autorità affinché esse intervengano. Ma non solo: un reato procedibile d’ufficio può essere accertato direttamente dalle forze dell’ordine senza nemmeno bisogno della segnalazione da parte di terzi. Dunque, se ti accorgi che il tuo vicino di casa ha commesso un abuso edilizio, può denunciarlo. Il punto è che, quando si parla di denunce e querele, non tutti sono disposti a metterci la faccia: il desiderio di molti sarebbe quello di denunciare un reato restando anonimi. Si può fare? Cosa dice la legge a proposito delle denunce anonime? Si può denunciare in maniera anonima un abuso edilizio? Scopriamolo insieme.

Denuncia anonima: è valida?

Secondo la legge italiana [1], delle denunce anonime non può essere fatto alcun uso, salvo che costituiscano corpo del reato o provengano comunque dall’imputato.

Dunque, in linea di massima, una denuncia anonima non è idonea ad attivare un procedimento penale: l’autorità pubblica che riceve una segnalazione non firmata tende a non prenderla in considerazione, soprattutto se imprecisa e poco dettagliata, inviata evidentemente solamente per calunniare altri.

Tuttavia, ciò non significa che una denuncia anonima sia sempre inutile. Vediamo perché.

Denuncia anonima: quando è utile?

La denuncia anonima può sortire un effetto: quello di rappresentare un campanello d’allarme per l’autorità che la riceve.

In altre parole, sebbene la denuncia anonima non sia in grado di dar vita a un procedimento penale, nel senso che una denuncia di questo tipo non può essere iscritta all’interno del registro delle notizie di reato presso la Procura della Repubblica, può comunque spingere le forze dell’ordine a effettuare un sopralluogo o a reperire maggiori informazioni in merito alla situazione denunciata.

Ciò accade quando la denuncia anonima sia particolarmente dettagliata e convinca le autorità circa la veridicità di ciò che v’è scritto in essa. Dunque, una denuncia non sottoscritta ma redatta in maniera precisa, magari corredata anche di documenti (foto, video, ecc.) che ne avvalorano l’attendibilità, potrebbe essere idonea a “smuovere le acque”, inducendo l’autorità a intervenire.

Dunque, se è vero che la denuncia anonima può legittimamente essere cestinata dalle autorità, è altrettanto vero che una segnalazione del genere potrebbe indurre le forze armate a volerci vedere chiaro, stimolandole a un controllo.

Abuso edilizio: vale la denuncia anonima?

Quanto appena detto a proposito della denuncia anonima è ovviamente valido anche per il reato di abuso edilizio, cioè per l’illecito penale commesso da chi ha realizzato una costruzione senza il necessario titolo edilizio oppure in difformità dello stesso.

Sporgere una denuncia anonima per abuso edilizio potrebbe non sortire alcun effetto; tuttavia, se la denuncia è diretta all’autorità competente ed è suffragata da evidenti prove, allora non è detto che le forze dell’ordine non la prendano in considerazione, quantomeno come stimolo per effettuare un sopralluogo e rendersi effettivamente conto se ciò che è stato denunciato corrisponda al vero.

Denuncia anonima abuso edilizio: come fare?

Una denuncia anonima per abuso edilizio, per essere presa in considerazione, deve innanzitutto essere presentata presso l’autorità che maggiormente è interessata a scoprire l’abuso: il Comune ove si trova l’immobile irregolare.

La medesima denuncia anonima per abuso edilizio può essere inoltrata anche ad altra autorità: ad esempio, al Comando dei Carabinieri dello stesso Comune.

La denuncia anonima deve rappresentare in modo molto chiaro quale sia l’abuso edilizio che si intende segnalare: occorrerà pertanto indicare il tipo di immobile, il luogo esatto in cui si trova (eventualmente con le indicazioni catastali), il proprietario dell’opera, nonché le ragioni per cui si ritiene che vi sia abusivismo.

È chiaro che una denuncia anonima per abuso edilizio sarà molto credibile se ad essa si allega documentazione che dimostri l’illecito: ad esempio, il titolo edilizio che era stato concesso ma che non è stato rispettato, ovvero il diniego comunale alla realizzazione dell’opera, la normativa regionale che impone un vincolo ambientale sul luogo ove è sorta l’opera, ecc.

La denuncia anonima per abuso edilizio, non potendo essere presentata di persona (altrimenti si vanificherebbe l’anonimato), può essere spedita a mezzo servizio postale con lettera da indirizzare all’amministrazione comunale competente e/o ad altra autorità (ma non con raccomandata con ricevuta di ritorno, che non può garantire l’anonimato).

Nel caso di abusivismo eclatante, si potrebbe pensare anche a un invio direttamente presso la Procura della Repubblica.

Se sei interessato ad avere un fac simile di denuncia anonima abuso edilizio, ti rinvio alla lettura dell’articolo dedicato a questo specifico tema.

L’esposto anonimo per abuso edilizio

Un’alternativa alla denuncia da presentare direttamente alle forze dell’ordine è rappresentata dall’esposto anonimo presso la polizia comunale.

Si tratta in buona sostanza di un atto identico alla denuncia, solamente che con l’esposto si invitano le autorità ad effettuare dei controlli per via di situazioni di dubbia legalità.

L’esposto per abuso edilizio può essere spedito alla polizia comunale segnalando il presunto abuso edilizio, con invito alla medesima polizia di intervenire per accertamenti. Anche in questo caso, se si vuole essere sicuri dell’anonimato, è bene spedire l’esposto con una lettera.

Esistono comandi di polizia comunale che mettono a disposizione dei cittadini alcuni moduli standard da riempire per segnalare gli abusi edilizi: questo modo di procedere dovrebbe garantire l’anonimato del denunciante. A sommesso avviso dello scrivente, tuttavia, se si vuole essere del tutto certi di mantenere l’anonimato, è sempre opportuno non presentarsi personalmente e inviare l’esposto a mezzo posta.


Sporgere una denuncia anonima per abuso edilizio potrebbe non sortire alcun effetto; tuttavia, se la denuncia è diretta all’autorità competente ed è suffragata da evidenti prove, allora non è detto che le forze dell’ordine non la prendano in considerazione, quantomeno come stimolo per effettuare un sopralluogo e rendersi effettivamente conto se ciò che è stato denunciato corrisponda al vero.

note

[1] Art. 333 cod. proc. pen.

Autore immagine: Depositphotos.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube