Cronaca | News

Coronavirus: oggi il nuovo Dpcm

14 Luglio 2020 | Autore:
Coronavirus: oggi il nuovo Dpcm

Il ministro Speranza alla Camera per la proroga delle misure in corso. Verso fine mese la decisione sullo stato di emergenza. Novità sui vaccini.

Verrà presentato oggi alla Camera dal ministro della Salute, Roberto Speranza, il nuovo Dpcm con cui verranno prorogate fino al 31 luglio le misure contro il coronavirus entrate in vigore con l’ultimo decreto del presidente del Consiglio, firmato da Giuseppe Conte l’11 giugno scorso. Tra i provvedimenti che resteranno validi per le prossime settimane, lo slittamento della riapertura di fiere, congressi e discoteche e il divieto di ingresso in Italia dei cittadini provenienti dai 13 Paesi inclusi nella «lista nera» stilata da Speranza nei giorni scorsi. Elenco che potrebbe allungarsi con altri Stati particolarmente a rischio, come il Messico. Resterà, inoltre, valido l’obbligo di indossare la mascherina nei luoghi chiusi.

Bisognerà attendere, invece, la fine del mese per l’approvazione della proroga dello stato di emergenza. Sempre più probabile che il termine venga fissato al 31 ottobre anziché al 31 dicembre. Da stabilire ancora se il via libera alla proroga dovrà passare dal Parlamento o se basterà una delibera del Consiglio dei ministri. L’opposizione e il Pd vorrebbero il coinvolgimento delle Camere.

A proposito di emergenze, il Governo sta valutando anche quella che riguarda gli immigrati risultati positivi al coronavirus. Due le ipotesi al vaglio: l’allestimento in breve tempo di una nave in cui tenere i migranti in quarantena oppure il ricovero dei migranti risultati positivi in un’apposita struttura a terra che garantisca l’isolamento, senza gravare sulla comunità, come ha tenuto a precisare la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese. Si pensa, ad esempio, alle caserme.

Infine, entro la fine dell’anno, potrebbero arrivare i primi vaccini per le categorie maggiormente a rischio, come anziani e personale sanitario. Preoccupa, però, il fatto che molto probabilmente non basterà una sola dose a renderlo efficace, ma sarà necessario un doppio richiamo.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube