Coronavirus, l’infettivologo: «Basta emergenza»

15 Luglio 2020
Coronavirus, l’infettivologo: «Basta emergenza»

«I dati confermano un trend positivo che ormai dura da più di due mesi», dice il clinico Matteo Bassetti, che critica la prosecuzione dell’emergenza.

È un parere molto duro quello che arriva oggi dall’infettivologo Matteo Bassetti, direttore della Clinica Malattie infettive dell’ospedale San Martino (Genova) e presidente della Società Italiana di Terapia Antinfettiva (Sita). Intervenendo come ospite alla trasmissione televisiva ‘Agorà Estate‘ su Rai3, Bassetti afferma che «l’Italia non è in emergenza e dobbiamo finirla di dire che le cose vanno male».

Il suo giudizio poggia sui più recenti dati della Protezione civile che, secondo l’infettivologo, «confermano un trend positivo che ormai dura da più di due mesi». Sono parole ben diverse da quelle, molto più prudenti, pronunciate appena ieri dal ministro della Salute, Roberto Speranza, nel suo intervento al Senato per illustrare il nuovo Dpcm che è entrato in vigore stamani: le misure di contenimento rimarranno valide fino al 31 luglio, perché – ha spiegato il ministro – «il virus continua a circolare, non abbassiamo la guardia».

Matteo Bassetti, invece, la pensa diversamente: «Non stiamo riavendo nuovi casi, il bollettino conta i contagi con tamponi positivi che per il 95% non hanno sintomi e spesso, come nel Lazio, non riguardano italiani ma persone arrivate dall’estero». Dichiarazioni che sembrano sposarsi alla perfezione con quelle rilasciate appena ieri dal primario del San Raffaele di Milano, Alberto Zangrillo, secondo cui l‘emergenza Covid è finita da due mesi. Anche Zangrillo critica la modalità di comunicazione quotidiana dei dati ufficiali, il bollettino «che non rispecchia la realtà», e ritiene ormai azzerato l’eccesso di mortalità registrato durante il periodo del lockdown.

Ora, l’infettivologo Bassetti, pur non citandole, sembra puntare contro le ultime dichiarazioni del ministro Speranza o di alcuni suoi colleghi “allarmisti” quando, come ci riporta l’Adnkronos Salute, nel suo intervento televisivo di oggi afferma che «In Italia è stato fatto un grande lavoro mentre si continua a dire che la situazione peggiora». Ma Bassetti attacca direttamente anche la possibile proroga dello stato di emergenza preannunciata dal premier Conte, quando avverte: «Se poi si vuole continuare con l’emergenza perché questo istituto serve per assumere medici e comprare dispositivi questo è problema legislativo». Leggi anche proroga stato di emergenza: l’opinione dei medici.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube