Covid: nessuna penale per i ritardi sui lavori edili

17 Luglio 2020 | Autore:
Covid: nessuna penale per i ritardi sui lavori edili

Il decreto Semplificazioni stabilisce la causa di forza maggiore per le imprese che non hanno potuto operare a causa delle misure di contenimento.

Se a causa dell’emergenza coronavirus le misure di contenimento contro il Covid impediscono anche parzialmente la regolare esecuzione dei lavori edili, l’impresa può appellarsi alla causa di forza maggiore e, quindi, non è tenuta a pagare alcuna penale. Lo stabilisce il decreto Semplificazioni firmato ieri dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Il provvedimento richiama il decreto Cura Italia, secondo cui il rispetto delle misure di contenimento imposte per combattere l’epidemia (distanziamento, turnazioni, affollamento ridotto degli spazi, dispositivi di sicurezza, ecc.) deve essere sempre valutato come base per escludere la responsabilità delle imprese. Significa, come ora conferma il decreto Semplificazioni, che nel caso in cui a causa dell’emergenza coronavirus ci siano dei ritardi nell’esecuzione e nella consegna dei lavori, la colpa non può essere imputata all’impresa edile.

Il decreto stabilisce anche che i maggiori costi legati all’adeguamento alle misure di contenimento dell’emergenza non dovranno essere sostenuti dalle imprese: saranno riconosciuti «a valere sulle somme a disposizione della stazione appaltante indicate nei quadri economici dell’intervento», oppure utilizzando le economie legate ai ribassi d’asta. Il pagamento avviene nel quadro del primo stato di avanzamento lavori successivo all’aggiornamento del piano di sicurezza. Per i cantieri già avviati, ed entro 15 giorni dalla pubblicazione del decreto, il direttore dei lavori dovrà fotografare lo stato di avanzamento del cantiere con relativo certificato di pagamento. In questo modo, l’impresa riceverà un pagamento anticipato.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube