Covid: aiuti di Stato a imprese già in crisi nel 2019

18 Luglio 2020 | Autore:
Covid: aiuti di Stato a imprese già in crisi nel 2019

Dietrofront della Commissione europea: sì ai benefici per le aziende con meno di 50 dipendenti e fatturato fino a 10 milioni di euro.

Anche le imprese che erano in difficoltà economica al 31 dicembre 2019 potranno beneficiare degli aiuti di Stato previsti per compensare il danno provocato dall’emergenza Covid. Lo ha disposto la Commissione europea che, in questo modo, ha rivisto una sua precedente decisione in materia.

Appena quattro mesi fa, infatti, il Governo comunitario aveva escluso dai benefici statali le aziende che già versavano in crisi alla fine dello scorso anno, con l’erosione di metà del capitale. Accesso sbarrato, ad esempio, per lo sconto sull’Irap dovuto a saldo per il 2019 o per l’acconto 2020, ma anche per il bonus affitti previsto dal decreto Rilancio o per il credito d’imposta relativo all’adeguamento sanitario degli ambienti di lavoro.

In questo contesto, l’Agenzia delle Entrate ci aveva messo del suo, escludendo le imprese in difficoltà al 31 dicembre 2019 dal contributo a fondo perduto.

Ora, invece, la Commissione europea ci ripensa ed apre le porte degli aiuti di Stato alle imprese che, alla fine dello scorso anno, mostravano evidenti segnali di crisi. In particolare, le agevolazioni spettano alle aziende con meno di 50 dipendenti e con un fatturato non superiore a 10 milioni di euro, purché non siano soggette a procedura concorsuale per insolvenza e non abbiano ricevuto aiuti per il salvataggio, poi non rimborsato, o aiuti per la ristrutturazione. La Commissione Ue, nel tornare sui suoi passi, ha ammesso la minore capacità di queste imprese di falsare la concorrenza nel mercato interno e di incidere sugli scambi all’interno dell’Unione.

C’è, però, ancora un nodo da sciogliere ed è quello stretto dall’Agenzia delle Entrate sull’accesso al fondo perduto: occorrerà un chiarimento, con un auspicabile passo indietro, anche su questo punto.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube