Scuola: arrivano in cattedra i non laureati

20 Luglio 2020 | Autore:
Scuola: arrivano in cattedra i non laureati

A partire dal terzo anno, gli studenti del Corso di laurea magistrale di Scienze della formazione primaria potranno fare le supplenze nelle scuole.

Aperto l’insegnamento anche agli studenti universitari. Con le nuove Graduatorie provinciali per le supplenze (Gps), varate il 13 luglio con l’ordinanza firmata dal ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina, potranno insegnare nelle scuole dell’infanzia e nelle primarie gli studenti iscritti al terzo, quarto o quinto anno del corso di laurea di Scienze della formazione primaria.

Azzolina ritiene che i giovani debbano avere la possibilità di lavorare: «Se vanno all’estero ci lamentiamo, se restano a casa ci lamentiamo, e poi questi giovani lavoravano già».  «La Lombardia – sottolinea – è una delle regioni che hanno più supplenze per la scuola dell’infanzia e la primaria. Non è una novità. Lo abbiamo semplicemente messo all’interno di graduatorie e questo faciliterà le segreterie che non dovranno impazzire dietro le mad (dichiarazioni di messa a disposizione, ndr), daremo da lavorare a persone che hanno scelto di fare l’insegnante e un percorso, che era a numero chiuso. Persone preparate».

Dall’altro lato, ad opporsi c’è il Consiglio superiore dell’istruzione, secondo cui «così si danneggia la didattica degli alunni più piccoli». Da qui, la richiesta di limitare l’apertura ai laureandi del quinto anno (gli studenti universitari con 240 crediti formativi).

In attesa di eventuali risvolti, come sarà la riapertura delle scuole a settembre? Per quanto riguarda la misurazione della temperatura corporea, si farà a casa. Tuttavia, le scuole potranno organizzarsi, evitando gli assembramenti. Il ministro conta sulla responsabilità delle famiglie «Se un bambino è già malato a casa e ha la febbre non abbiamo bisogno di mandarlo sull’autobus. Quindi la misurazione va fatta a casa, poi ogni scuola nella sua autonomia può organizzarsi come crede».



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube