Diritto e Fisco | Articoli

È vietato il sorpasso in prossimità delle stazioni di servizio?

22 Luglio 2020 | Autore:
È vietato il sorpasso in prossimità delle stazioni di servizio?

Manovra di sorpasso: quali regole bisogna rispettare per non incorrere in sanzioni? Quando c’è divieto di sorpasso? Quando invece il sorpasso è consentito?

Sorpassare un veicolo con la propria auto può essere una cosa semplicissima: è sufficiente spostarsi sulla corsia di sinistra, accelerare e mettersi alle spalle il mezzo che precedeva. Probabilmente, non sai che i sorpassi sono vietati non soltanto quando la segnaletica lo vieta e le condizioni della strada lo sconsigliano, ma anche in alcuni specifici casi indicati dalla legge. Ad esempio, al ricorrere di determinate circostanze, la legge vieta il sorpasso dei veicoli fermi ai semafori e dei veicoli fermi ai passaggi a livello. Con questo articolo vedremo se è vietato il sorpasso in prossimità delle stazioni di servizio.

Le manovre azzardate nei pressi di una stazione di servizio potrebbe causare un grave danno, se solo si considera che in queste aree sono presenti liquidi altamente infiammabili, la cui deflagrazione metterebbe a repentaglio la vita di molte persone. Cosa dice la legge a riguardo? È consentito sorpassare un veicolo in prossimità di una stazione di servizio? In quali casi è vietata ogni manovra di sorpasso? Se l’argomento ti interessa, ti consiglio di proseguire nella lettura: saranno sufficienti pochi minuti per trovare le risposte a queste domande.

Manovra di sorpasso: come si compie?

Il sorpasso è la manovra che permette di superare il veicolo che precede ponendosi sulla corsia di sinistra libera e occupando la stessa per il tempo strettamente necessario a lasciarsi alle proprie spalle detto veicolo, per poi tornare immediatamente a destra.

Prima di rientrare nella corsia di destra dopo il sorpasso, occorre sempre controllare la posizione del veicolo sorpassato attraverso gli specchietti retrovisori.

Proprio perché il sorpasso presuppone l’invasione di un’altra corsia all’interno della carreggiata, è opportuno che questa manovra sia compiuta con la massima precauzione, nonché rispettando severe regole.

Stazioni di servizio: cosa sono?

Secondo la legge, la stazione di servizio è l’impianto costituito da uno o più apparecchi a semplice o doppia erogazione dei carburanti con relativi serbatoi e comprendente i locali per lavaggio e/o grassaggio e/o altri servizi all’autoveicolo, fornito di servizi igienici ed eventualmente di altri servizi accessori.

Dunque, la stazione di servizio non serve esclusivamente per fare rifornimento, essendo dotato anche di altri servizi non solamente dedicati ai veicoli (lavaggio, ecc.), ma anche ai conducenti: pensa alle tante stazioni di servizio lungo le autostrade, ove le persone in viaggio possono ristorarsi riposando e acquistando alimenti.

Sorpasso in prossimità delle stazioni di servizio: è consentito?

La legge consente il sorpasso in prossimità delle stazioni di servizio. In altre parole, non c’è un espresso divieto di effettuare la manovra di sorpasso quando si è nelle vicinanze o presso una stazione di servizio.

Dunque, nonostante la pericolosità che un sinistro possa avere nei paraggi degli impianti di rifornimento e dei relativi serbatoi, la legge non pone alcun divieto specifico.

Ovviamente, per effettuare una manovra di sorpasso in prossimità di una stazione di servizio occorrerà seguire le normali regole prudenziali stabilite dal codice della strada per ogni tipo di sorpasso, rispettando le precedenze e tenendo conto delle condizioni atmosferiche e delle condizioni del manto stradale.

Sorpasso: dove è vietato?

Sebbene il sorpasso non sia vietato in prossimità delle stazioni di servizio, esistono molti altri luoghi e circostanze in cui tale manovra non è consentita dalla legge.

In linea di massima, vale la regola generale per cui il sorpasso è vietato tutte le volte in cui:

  • la segnaletica stradale lo proibisce;
  • la prudenza lo sconsiglia (per via delle condizioni atmosferiche, dello stato del manto stradale, della presenza di bambini sul bordo della strada ovvero di pedoni sulla carreggiata; ecc.).

Esistono poi casi molto più specifici in cui la legge impone il divieto di sorpasso.

Per la precisione, è vietato il sorpasso:

  • in prossimità delle curve su strade a due corsie a doppio senso di marcia;
  • in prossimità dei dossi su strade a due corsie a doppio senso di marcia;
  • in caso di scarsa visibilità;
  • di un veicolo che ne stia superando un altro, se ciò impone di spostarsi sul lato riservato all’altro senso di marcia;
  • di veicoli fermi ai passaggi a livello, se bisogna impegnare la semicarreggiata opposta;
  • di veicoli in lento movimento ai passaggi a livello, quando a tal fine è necessario spostarsi sul lato riservato all’altro senso di marcia;
  • di veicoli in lento movimento a causa di congestione della circolazione, quando a tal fine è necessario spostarsi sul lato riservato all’altro senso di marcia;
  • di un veicolo che si sia arrestato in corrispondenza di un passaggio pedonale per consentire l’attraversamento di pedoni;
  • di un veicolo che abbia rallentato in corrispondenza di un passaggio pedonale per consentire l’attraversamento dei pedoni;
  • sulle corsie di accelerazione o di decelerazione;
  • se si deve valicare la striscia longitudinale bianca continua semplice o doppia;
  • se il veicolo da superare si è fermato per dare precedenza ai pedoni, anche fuori dagli attraversamenti pedonali;
  • di veicoli fermi ai semafori quando, a tal fine, è necessario spostarsi sul lato riservato all’altro senso di marcia;
  • se la strada è occupata e non consente la completa esecuzione del sorpasso, tenuto anche conto della differenza tra la propria velocità e quella dell’utente da sorpassare, nonché della presenza di utenti che sopraggiungono dalla direzione opposta o che precedono l’utente da sorpassare;
  • negli incroci non regolati da semaforo o vigile;
  • accodandosi ad un’ambulanza in servizio di emergenza;
  • a destra di un tram fermo, se non c’è il salvagente.

Sanzioni per sorpasso vietato

Chi viola il divieto di sorpasso rischia le seguenti sanzioni:

  • nei casi in cui il sorpasso sia espressamente vietato (tipo superamento a destra non consentito), la sanzione è quella del pagamento di una somma da 163 a 652 euro. Se è violato il divieto di sorpasso ai conducenti di veicoli di massa a pieno carico superiore a 3,5 t, la sanzione è quella del pagamento di una somma da 321 a 1.283 euro. Alla sanzione economica si aggiunge quella amministrativa accessoria consistente nella sospensione della patente di guida da uno a tre mesi (da due a sei mesi nel caso di sorpasso vietato a veicoli di massa a pieno carico superiore a 3,5 t;
  • nei casi di sorpasso che violino le normali regole prudenziali (superamento in condizioni di scarsa visibilità, oppure quando non vi siano le condizioni di sicurezza per effettuarlo o sopraggiunga altro mezzo), è prevista la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 81 a 326 euro [1].

Sorpasso: quando è consentito?

Al di fuori delle ipotesi sopra descritte, il sorpasso è generalmente consentito, purché vengano sempre rispettate le solite regole prudenziali: in altre parole, quando si compie questa manovra occorre sempre cautela.

Contrariamente a quanto si possa pensare, dunque, il è consentito il sorpasso:

  • nelle curve e sui dossi delle strade a senso unico o a carreggiate separate;
  • in corrispondenza degli ospedali, dei passi carrabili o dell’uscita di un pubblico parcheggio;
  • di un veicolo che abbia azionato l’indicatore di direzione destro o che abbia segnalato l’intenzione di accostarsi al margine destro della carreggiata;
  • se alla sinistra del veicolo si trova una linea bianca discontinua affiancata da una continua (il sorpasso è vietato quando alla sinistra del veicolo si trova la linea continua, affiancata, a sinistra, da quella discontinua);
  • di veicoli della polizia (se non sono in servizio di emergenza si possono sorpassare);
  • di autobus in servizio pubblico di linea o fermi per la salita e la discesa dei passeggeri (se esiste il salvagente il sorpasso si può effettuare anche dal lato destro);
  • di un veicolo trainante un caravan in una discesa a forte pendenza;
  • se nevica oppure di notte.

Sorpasso a destra: quando si può?

Eccezionalmente, è consentito sorpassare a destra; ciò può avvenire quando:

  • il conducente del veicolo che si vuole sorpassare abbia segnalato che intende svoltare a sinistra ovvero, in una carreggiata a senso unico, che intende arrestarsi a sinistra, e abbia iniziato dette manovre;
  • il veicolo che precede è un tram, qualora non circoli in sede stradale riservata, quando la larghezza della carreggiata a destra del binario lo consenta. Va specificato che, se si tratta di carreggiata a senso unico di circolazione, il sorpasso si può effettuare su ambo i lati. Qualora il tram o il filobus siano fermi in mezzo alla carreggiata per la salita e la discesa dei viaggiatori e non esista un salvagente, il sorpasso a destra è invece vietato

Sorpasso negli incroci: quando è consentito?

Di regola, il sorpasso è proibito sia in corrispondenza che in prossimità degli incroci, per via dell’elevata pericolosità della manovra.

La legge tuttavia consente eccezionalmente di sorpassare in corrispondenza o in prossimità di incroci in determinate occasioni.

Nello specifico, è consentito il sorpasso nelle vicinanze o in corrispondenza delle intersezioni:

  • quando il conducente del veicolo che si vuole sorpassare abbia segnalato che intende svoltare a sinistra e abbia iniziato detta manovra. In questa ipotesi, è consentito il sorpasso a destra;
  • quando avvenga su strada a precedenza, purché a due carreggiate separate o a senso unico o ad almeno due corsie con lo stesso senso di marcia e le corsie siano delimitate dall’apposita segnaletica orizzontale;
  • quando il veicolo che si sorpassa è a due ruote non a motore (bicicletta, veicolo a trazione animale, ecc.), sempre che non sia necessario spostarsi sulla parte della carreggiata destinata al senso opposto di marcia;
  • quando la circolazione sia regolata da semafori o da agenti del traffico.

La legge consente il sorpasso in prossimità delle stazioni di servizio. In altre parole, non c’è un espresso divieto di effettuare la manovra di sorpasso quando si è nelle vicinanze o presso una stazione di servizio.

note

[1] Art. 148 C.d.S.

Autore immagine: Depositphotos.com


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube