Superbonus 110%: i costi massimi degli interventi

23 Luglio 2020 | Autore:
Superbonus 110%: i costi massimi degli interventi

Il prezzario del ministero dello Sviluppo Economico che riporta le soglie per alcuni dei lavori interessati dalla maxi-detrazione.

Requisiti tecnici, trasmittanza e costi massimi degli interventi di risparmio energetico sugli edifici. Sono i tre pilastri del decreto messo a punto al ministero dello Sviluppo Economico, che ora dovrà essere condiviso dai ministeri dell’Economia e dell’Ambiente. Il testo è importante anche per chi intende avvalersi della possibilità di sfruttare il superbonus del 110% per la riqualificazione energetica del proprio immobile, visto che la tabella allegata al decreto contiene molti degli interventi agevolati.

Le soglie massime del costo dei lavori e riportate nel prezzario del Mise servono a stabilire quando un intervento è congruo rispetto alla spesa da affrontare. I prezzi contenuti nell’allegato al decreto sono al netto di Iva, delle tariffe professionali e delle opere complementari come l’installazione di un ponteggio.

Nel testo definito dal Ministero ci sono anche i nuovi limiti dei valori di trasmittanza termica che devono essere garantiti per gli interventi di coibentazione delle superfici verticali, orizzontali ed inclinate, e per la sostituzione degli infissi negli edifici esistenti. I valori saranno in vigore anche ai fini del superbonus del 110%.

Ecco alcuni esempi dei costi massimi fissati dal Mise.

Per l’isolamento delle coperture:

  • esterno: 230 euro/m2;
  • interno: 100 euro/m2;
  • copertura ventilata: 250 euro/m2.

Per l’isolamento dei pavimenti:

  • esterno: 120 euro/m2;
  • interno o terreno: 150 euro/m2.

Per l’isolamento delle pareti perimetrali (cappotto termico):

  • esterno o diffusa: 150 euro/m2;
  • interno: 80 euro/m2;
  • parete ventilata: 200 euro/m2.

Per le caldaie ad acqua a condensazione o ad aria calda a condensazione:

  • potenza termica nominale uguale o inferiore a 35 kWt: 200 euro/kWt;
  • potenza termica nominale superiore a 35 kWt: 180 euro/kWt;
  • micro-cogeneratori: 3.100 euro/kWe.

Nel solo caso in cui l’intervento comporti il rifacimento del sistema di emissione esistente, al massimale si aggiungono 150 euro/m2 per sistemi radianti a pavimento, o 50euro /m2 negli altri casi, se la superficie si riferisce alla superficie riscaldata.

Per le pompe di calore a compressione di vapore elettriche o azionate da motore primo e pompe di calore ad assorbimento:

  • aria-aria: 600 euro/kWt;
  • altro: 1.300 euro/kWt.

Nel caso di pompe di calore a gas: 1.000 euro/kWt.

Per le pompe di calore geotermiche: 1.900 euro/kWt.

Per lo scaldacqua a pompa di calore:

  • fino a 150 litri di accumulo: 1.000 euro;
  • oltre 150 litri di accumulo: 1.250 euro;
  • installazione di tecnologie di building automation: 50 euro/m2.

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube