Giustizia: udienze civili ancora a distanza

23 Luglio 2020 | Autore:
Giustizia: udienze civili ancora a distanza

Fino a novembre c’è la possibilità di richiedere la videoconferenza, se non è prevista attività istruttoria. Ecco come funziona il procedimento.

Fino al mese di novembre prossimo, le udienze civili si potranno tenere ancora a distanza, sfruttando la tecnologia digitale. Il giudice può decidere in tal senso per le udienze che non richiedono una presenza diversa da quella del difensore, cioè quelle in cui non c’è un’attività istruttoria. In questi casi, sarà ammesso il deposito telematico di note scritte al posto dell’udienza vera e propria nell’aula del tribunale.

Lo ha stabilito la legge di conversione del decreto Rilancio, secondo la quale il giudice deve disporre questa modalità alternativa con un provvedimento da notificare alle parti almeno 30 giorni prima dell’udienza. Le note scritte dovranno arrivare telematicamente almeno cinque giorni prima. Inoltre, entro cinque giorni dalla data in cui è stata ricevuta la notifica le parti possono presentare istanza di trattazione orale. Il giudice decide in merito nei cinque giorni successivi. Anche se la legge non lo dice, questa richiesta potrebbe costringere a fissare un’udienza alla presenza delle parti.

Solo se i difensori e le parti lo richiedono, c’è la possibilità per gli avvocati di partecipare a distanza alle udienze. L’istanza in merito va presentata entro 15 giorni prima della data dell’udienza. Entro 5 giorni prima, il giudice decide sull’istanza e, nel caso, comunica l’ora e le modalità di collegamento. Dovranno essere utilizzate le applicazioni Microsoft Teams o Skype for Business, in quanto sono le piattaforme individuate e regolamentare con provvedimento del direttore generale dei sistemi informativi e automatizzati del ministero della Giustizia.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube