Congedo Covid: nuova modalità di fruizione

23 Luglio 2020 | Autore:
Congedo Covid: nuova modalità di fruizione

Dal 19 luglio è possibile chiedere l’assenza retribuita anche a ore, non solo a giorni. Approvata una proroga fino al 31 agosto. Ecco le novità.

Non più solo a giorni interi ma anche a ore. E non più solo fino al 31 luglio ma anche fino al 31 agosto. Ecco la nuova modalità di fruizione del congedo Covid-19 previsto nell’ambito dell’emergenza coronavirus per i lavoratori che hanno dei figli a casa da curare. Se ne deduce che viene prolungato anche il termine entro il quale utilizzare i voucher per pagare la baby-sitter o i campi estivi.

La proroga è prevista dalla legge di conversione del decreto Rilancio ed è stata confermata dall’Inps. L’impianto dell’agevolazione resta lo stesso, ossia: durata massima di 30 giorni, diritto al congedo per genitori (anche affidatari) di figli fino a 12 anni di età al 5 marzo 2020 (o senza limite d’età se con grave disabilità). Accesso a lavoratori dipendenti o iscritti alla gestione separata dell’Inps e a lavoratori autonomi. Nessun congedo, invece, se nello stesso nucleo familiare l’altro genitore beneficia di strumenti di sostegno al reddito per sospensione o cessazione dell’attività lavorativa oppure sia disoccupato o non lavoratore.

La possibilità di fruire del congedo a ore decorre dal 19 luglio, data in cui è entrata in vigore la legge di conversione del dl Rilancio. L’Inps precisa che la richiesta può riguardare periodi precedenti alla data di presentazione della domanda, purché siano successivi al 19 luglio. Le modalità devono seguire quanto stabilito dal contratto nazionale di categoria oppure dalla legge. In quest’ultimo caso, è prevista la fruizione per metà dell’orario medio giornaliero del periodo di paga mensile immediatamente precedente a quello nel corso del quale inizia il congedo.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube