Diritto e Fisco | Articoli

Superbonus 110%: come funziona in condominio

23 Luglio 2020 | Autore:
Superbonus 110%: come funziona in condominio

Quali sono i lavori ammessi alla maxi-detrazione e chi ne ha diritto: vale solo per le persone fisiche o anche per i professionisti?

Tra i maggiori beneficiari del superbonus del 110% ci sono i condòmini. I proprietari delle unità immobiliari di un edificio, infatti, possono accedere all’agevolazione prevista dal decreto Rilancio ed ottenere la detrazione in base ai millesimi di loro proprietà, per quanto riguarda le spese relative agli interventi realizzati sulle parti comuni dello stabile. Si può pensare che siano tra i maggiori beneficiari perché, probabilmente, saranno i più numerosi, visto che il bonus è destinato in questo contesto non solo alle abitazioni ma anche ai negozi e agli uffici. Importante approfondire, dunque, le possibilità offerte dal superbonus 110%: come funziona in condominio, quali lavori possono essere realizzati e com’è possibile accedere alla maxi-detrazione fiscale.

Da vedere, inoltre, se al superbonus del 110% ha diritto anche il singolo condomino che decide di fare un intervento nella propria casa.

Superbonus 110% in condominio: chi ne ha diritto?

La legge di conversione del decreto Rilancio approvata in Parlamento non prevede delle distinzioni tra i vari condòmini per quanto riguarda l’accesso al superbonus del 110% né sulla tipologia di contribuente né su quella relativa all’immobile.

Questo significa, da una parte, che hanno diritto alla detrazione sia le persone fisiche sia i professionisti oppure le imprese, incluse le società di persone o di capitali. Di conseguenza, e dall’altra parte, l’agevolazione è applicabile sulle unità abitative (anche non adibite ad abitazione principale) ma anche su uffici o negozi.

Le persone fisiche possono usufruire del superbonus 110% su un massimo di due unità immobiliari oltre che su eventuali parti comuni dell’edificio.

L’unica eccezione riguarda i condomini con unità appartenenti alle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, ovvero abitazioni signorili, ville o immobili di lusso e castelli o palazzi «di eminenti pregi artistici o storici».

Superbonus 110% in condominio: per quali lavori?

La condizione per poter usufruire del superbonus del 110% in condominio è che i lavori di riqualificazione energetica vengano effettuati tra il 1° luglio 2020 ed il 31 dicembre 2021 e che interessino le parti comuni dell’edificio.

È importante tenere presente che si accede al superbonus grazie agli interventi cosiddetti «trainanti», ovvero l’isolamento termico dell’edificio (quello noto come cappotto), la sostituzione dell’impianto di riscaldamento o di condizionamento con caldaie a condensazione e l’installazione di pompe di calore.

A questo punto, quando viene eseguito uno di questi interventi, è possibile applicare il superbonus del 110% anche per altre spese sostenute sulla singola unità immobiliare, che si tratti di abitazione, ufficio o negozio, e dai singoli condòmini, come vedremo tra poco.

Il cappotto termico

Entrando nel dettaglio, si ha diritto al superbonus per i lavori di isolamento termico delle superfici opache che interessano l’involucro dell’edificio con incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dello stabile o dell’unità immobiliare situata all’interno di edifici plurifamiliari, se indipendenti con uno o più accessi autonomi. La legge utilizza tutte queste parole per definire quello che comunemente viene chiamato «cappotto termico». I materiali devono rispettare i criteri ambientali minimi, come stabilito da un decreto ministeriale [1].

Per questo intervento, i tetti massimi di spesa sono:

  • 50mila euro per unità immobiliare singola o autonoma all’interno di fabbricati plurifamiliari;
  • 40mila euro moltiplicati per il numero delle unità per edifici composti da due a otto unità immobiliari;
  • 30mila euro moltiplicati per il numero delle unità per edifici composti da più di otto unità immobiliari.

L’impianto di climatizzazione

L’altro intervento trainante che interessa il condominio è quello sulle parti comuni dell’edificio interessate alla sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento e la fornitura di acqua calda a condensazione con efficienza rientrante nella classe A, o a pompa di calore anche abbinati a impianti fotovoltaici, con accumulo o microgenerazione.

Ci sono, anche in questo caso, dei tetti massimi di spesa, ovvero:

  • 20mila euro per unità immobiliare se l’edificio è composto fino a otto unità;
  • 15mila euro per unità immobiliare se l’edificio è composto da più di otto unità.

Gli altri interventi agevolati

A questo punto, è possibile far rientrare nel superbonus del 110% altri lavori di efficientamento energetico, purché ci siano contemporaneamente almeno queste due condizioni:

  • che venga eseguito almeno uno dei due interventi sopra citati (cappotto e sostituzione dell’impianto di climatizzazione);
  • che venga assicurato il miglioramento di almeno due classi energetiche ovvero almeno il raggiungimento di una classe più alta da dimostrare mediante l’attestato di prestazione energetica (Ape).

Gli interventi che, agganciati a quelli principali e alle condizioni appena elencate, possono fruire della detrazione del 110% sono, dunque, quelli che migliorano le prestazioni energetiche dell’edificio, come ad esempio:

  • la sostituzione di infissi, le schermature solari o i più moderni sistemi di termoregolazione a distanza;
  • i micro-generatori installati al posto di impianti esistenti e volti al risparmio energetico;
  • l’installazione delle colonnine di ricarica di veicoli elettrici.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

10 Commenti

  1. Il singolo condomino – qualora l’assemblea condominiale decidesse di rimanere inerte – può fruire delle facilitazioni previste dal Decreto Rilancio per l’efficientamento energetico, per esempio: per isolare le pareti del proprio appartamento, con la coibentazione al posto del cappotto termico; sostituire i serramenti delle finestre; dotare l’impianto elettrico di pannelli fotovoltaici?
    In caso affermativo, quali sconti sono fruibili e quali le procedure da seguire?

  2. …io già usufruisco dei pannelli F.V. (COSTO “SAPORITO” dal 2009) con un bonus per ogni KW prodotto: pari 0,43 EU /KW Potrei aumentare ulteriormente la mia attuale capacità produttiva?…ma come fare?
    Grazie.
    Mariano P.

    1. Superbonus al 110% in chiaro con la guida dell’Agenzia delle Entrate https://www.laleggepertutti.it/418667_superbonus-del-110-la-guida-dellagenzia-delle-entrate che spiega attraverso una ricca carrellata di casi pratici, tutto quello che c’è da sapere sull’agevolazione introdotta dal Dl Rilancio. L’incentivo consiste in una detrazione del 110% delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021 per gli interventi che aumentano l’efficienza energetica degli edifici e per quelli antisismici. La guida fornisce, inoltre, indicazioni sulla possibilità introdotta dal Dl Rilancio di cedere la detrazione o di richiedere al fornitore uno sconto immediato con la possibilità per quest’ultimo di cederlo ulteriormente.

    2. Con la pubblicazione della guida definitiva al superbonus del 110%, l’Agenzia delle Entrate ha finalmente chiarito quali sono gli interventi su cui è possibile beneficiare della maxi-detrazione. Sia quelli trainanti, come il cappotto termico o la sostituzione degli impianti di climatizzazione, sia quelli cosiddetti trainati, come i pannelli fotovoltaici o le colonnine per la ricarica di veicoli elettrici. Ecco nel dettaglio quali lavori danno accesso al superbonus https://www.laleggepertutti.it/418777_superbonus-110-tutti-gli-interventi-agevolati

  3. …le costruzioni degli anni ’60-’70 avevano tutte, fra la parete interna e quella sterna, un’ intercapedine-vuota (quale isolante) di circa cm. 18-20, E’ possibile evitare il cappotto esterno, già in mattoni ( ben rifiniti), cambiando poi il suo aspetto-configurazione, ed isolare le intercapedini con INSUFFLAGGIO internamente, in poliuretano o altro prodotto di sintesi termoindurente, ma efficace isolante, con il vantaggio di isolare anche i tubi dell’acqua dell’impianto di riscaldamento, presenti, ma non isolati, nell’intercapedine stessa? Chi mi(ci) illumina?

  4. …Domanda : l’INSUFFLAGGIO, quando è possibile fare nelle intercapedini “vuote”. non è considerato un cappotto -ad OK- a tutti gli effetti dell’isolamento, come quello fatto all’esterno perimetrale delle mura di un edificio?…Qualcuno afferma che non si può fare e non è considerato “valido” per ottenere l’Ecobonus?…Strano!
    Grazie per la risposta!

  5. Chi anticipa le spese per il pagamento dei lavori trainanti e trainati all’impresa? Nel mio condominio siamo intenzionati ad eseguire i lavori del cappotto termico dei pannlli solari, nonchè la sostituzione delle caldaie, degli infissi e degli avvolgibile, in che modo avviene il finanziamento di queste opere?
    I lavori di ristrutturazione all’interno degli appartamenti possono usufruire del super bonus 110%?

  6. Salve volevo sapere se il condominio decide di fare i lavori con il 110 ma un condomino non puo’ anticipare le spese iniziali di consulenza, e non puo’ pagare la regolarizzazione di alcune differenze di quanto depositato al catasto e quindi la difficolta’ di redigera l’are. Come ci si comporta?

Rispondi a Luca Annulla risposta

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube