Diritto e Fisco | Articoli

Acquisto della casa senza agenzia immobiliare: come comportarsi

6 Novembre 2013 | Autore:
Acquisto della casa senza agenzia immobiliare: come comportarsi

Anche l’acquirente è tenuto a pagare la provvigione all’agente immobiliare: ecco perché riuscire a compiere l’affare da soli offre sempre dei vantaggi: ma attenti alle regole cardine.

In tempi di crisi molti decidono di occuparsi dell’acquisto della casa senza l’intermediazione di un’agenzia immobiliare. È una scelta che, da un lato, consente di risparmiare (evitando di pagare all’agente una provvigione che oscilla tra il 2% e il 3% dell’affare) ma, dall’altro, richiede una dose in più di prudenza, dalla ricerca agli accertamenti sull’immobile.

Dove cercare casa: internet, annunci e aste giudiziarie

Oggi internet costituisce una piattaforma ideale per l’incontro tra domanda-offerta nel mercato immobiliare. Ci sono vari siti dedicati agli annunci immobiliari tra privati. Tra questi si segnalano:

www.casetraprivati.it: portale gratuito che permette di accedere ad una serie di annunci e contattare in privato il proprietario tramite e-mail;

www.casanoi.it: in questo portale è il potenziale acquirente ad inserire l’annuncio di ricerca dell’immobile indicando la zona e le caratteristiche desiderate. È il proprietario a contattare gli interessati;

www.casedaprivati.it: permette di visionare gratuitamente annunci di case in vendita.

Un altro canale di ricerca e acquisto dell’immobile è quello delle aste giudiziarie: occorre rivolgersi direttamente al tribunale, versare una caparra del 10% sul valore base dell’asta, con l’obbligo di versare l’intero importo entro sessanta giorni dall’aggiudicazione. In molte cancellerie troverete anche il giornale “Aste Giudiziarie”, dove potrete trovare occasioni di ogni genere.

Chi non ha grandi disponibilità di liquidi può chiedere un mutuo ad hoc per l’acquisto tramite asta giudiziaria. Il prestito va chiesto almeno un mese prima dell’asta e viene erogato solo se poi ci si aggiudica l’immobile. In caso contrario, il richiedente paga solo le spese del procedimento, le quali ammontano ad un centinaio di euro.

In ogni caso, oltre al web e alle aste, è bene non farsi sfuggire i classici annunci affissi sulle bacheche e sui portoni degli edifici.

 

I controlli sull’immobile

Una volta trovata la casa che potrebbe soddisfare le proprie esigenze, prima di acquistare e avere successive spiacevoli sorprese, è bene tenere a mente alcuni consigli:

1. verificare dettagliatamente lo stato dell’immobile prestando attenzione all’impianto idraulico e termico e ai certificati di conformità (per questi aspetti è preferibile farsi accompagnare da un tecnico);

2. chiedere al venditore tutta la documentazione sulla casa;

3. effettuare i controlli catastali, anche on line presso il sito dell’Agenzia del territorio;

4. recarsi all’ufficio tecnico del Comune per verificare la conformità urbanistica dell’immobile;

5. rivolgersi ad un notaio per la verifica di eventuali ipoteche o altri vincoli sull’immobile nonché per la stipulazione degli atti di compromesso e vendita;

6. nel caso in cui siano stati effettuati dei lavori di ristrutturazione, accertarsi di non dover pagare un condono;

7. verificare la presenza di contratti di affitto in corso o già scaduti: l’affittuario potrebbe, infatti, avere un diritto di prelazione sull’acquisto dell’immobile e rendere così invalida la vendita;

8. rivolgersi all’amministratore di condominio per verificare lo stato dei pagamenti relativi all’immobile e avere da questi una dichiarazione che attesti la regolarità degli stessi: in caso contrario, infatti, il nuovo proprietario è tenuto al pagamento delle quote condominiali non pagate dal precedente condomino (ma solo per quelli dell’anno in corso e di quello precedente).



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube