5 per mille: pubblicati gli elenchi dei beneficiari

23 Luglio 2020
5 per mille: pubblicati gli elenchi dei beneficiari

In cima alla classifica il settore del volontariato, scelto dall’81% degli italiani. Al primo posto delle preferenze c’è l’Airc. Molti scelgono i Comuni.

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul proprio sito i nuovi elenchi dei beneficiari della quota del 5 per mille dell’Irpef annuale. Le assegnazioni sono basate sulle preferenze espresse dai contribuenti nel 2019 per la destinazione alle assegnazioni ed enti.

Gli elenchi pubblicati comprendono tutte le categorie: onlus e volontariato, ricerca scientifica o sanitaria, associazioni sportive dilettantistiche, enti di beni culturali, paesaggio o aree protette e Comuni di residenza dei contribuenti.

La “classifica” è riportata in ordine decrescente di importo attribuito a ciascun beneficiario. Nelle assegnazioni vince la categoria del no profit, che riguarda gli enti che operano nel volontariato, alla quale ben l’81% degli italiani hanno scelto di destinare la quota del 5 per mille della loro Irpef.

L’elenco degli ammessi comprende in totale 58.636 enti. Il volontariato fa la parte del leone, con 47.522 scelte di preferenza. A seguire le associazioni sportive dilettantistiche (10.372), gli enti impegnati nella ricerca scientifica (500), quelli che operano nel settore della sanità (106), gli enti dei beni culturali e paesaggistici (112) e gli enti gestori delle aree protette (24); si aggiungono 8.032 Comuni italiani, i quali ottengono complessivamente 14,9 milioni di euro.

Tra i singoli beneficiari, occupa il primo posto anche nel 2019 l’Associazione italiana per la ricerca sul cancro (Airc), che compare sia tra gli enti impegnati nel settore della ricerca sanitaria sia tra quelli che operano in quello della ricerca scientifica. Per il primo ambito, sono oltre 412mila le scelte espresse con un importo totale che supera i 18,6 milioni di euro. Per quanto riguarda, invece, la ricerca scientifica i contribuenti che hanno espresso la preferenza per l’Airc superano 1 milione, con oltre 40 milioni di euro di beneficio. In totale, l’importo destinato all’Airc nel settore della ricerca scientifica e della ricerca sanitaria, ammonta a 58,6 milioni di euro, cui si aggiungono più di 7,7 milioni di euro per le scelte espresse nella categoria del volontariato.

L’elenco completo e nominativo degli enti ammessi e di quelli esclusi è online, insieme alle scelte e agli importi attribuiti, ed è consultabile sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Leggi anche l’articolo 5 per mille: a chi va?



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube