Riscatto dei contributi: quando spetta la detrazione

24 Luglio 2020 | Autore:
Riscatto dei contributi: quando spetta la detrazione

I chiarimenti delle Entrate per beneficiare dello sconto sugli oneri per recuperare i periodi senza versamenti o per il riscatto della laurea.

La detrazione del 50% sulla pace contributiva al 50%, cioè sul riscatto dei periodi non coperti dai contributi, spetta anche a chi ha il beneficiario fiscalmente a carico. Quella del 19% per il riscatto della laurea, invece, non spetta ai genitori che non hanno il figlio interessato fiscalmente a carico. Lo ha precisato l’Agenzia delle Entrate.

La cosiddetta pace contributiva, introdotta fino al 2021 compreso, è riservata ai lavoratori che abbiano almeno un contributo versato in una gestione Inps con dei «buchi» da colmare per non più di cinque anni. L’importo da pagare corrisponde all’aliquota dell’assicurazione Ivs (Invalidità, vecchiaia e superstiti) applicata all’ultimo imponibile annuo che precede la domanda di riscatto. Il beneficio è accessibile solo a chi non ha versato alcun contributo prima del 1996. Il versamento può essere effettuato anche a rate per un massimo di 10 anni, con una detrazione d’imposta del 50% nell’anno in cui è versato l’onere e nei quattro successivi.

Il riscatto dei contributi con costo forfettario è fissato per il 2020 in 5.265 euro per ogni anno recuperato, ma non può beneficiare della detrazione del 50%. Nel caso della pace contributiva, è ammessa la possibilità di detrazione al 50% da parte del genitore che ne presenti la domanda e ne sostenga il pagamento.

A proposito del riscatto della laurea, che si tratti di quello ordinario o del riscatto agevolato, è opportuno ricordare che il regime fiscale è sempre quello di deducibilità, che si mantiene anche se il costo è sostenuto per i familiari fiscalmente a carico. La detrazione al 19% spetta solo per il riscatto della laurea per inoccupati, privi di qualsiasi contributo, determinato con onere forfettario.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube