Diritto e Fisco | Articoli

Disabili: trasferimento al nuovo ufficio anche senza consenso

7 Novembre 2013
Disabili: trasferimento al nuovo ufficio anche senza consenso

In caso di mobilità per esigenze aziendali, il trasferimento del portatore di handicap richiede il sì del lavoratore, ma l’azienda può procedere anche senza quando c’è incompatibilità ambientale.

Anche il lavoratore con handicap può essere trasferito dal datore in nuova sede di lavoro, in presenza di una incompatibilità ambientale: e ciò a prescindere dal suo preventivo consenso.

Ad affermarlo è stata la Cassazione con la sentenza di ieri [1].

In tema di mobilità del lavoratore con handicap, mobilità dovuta ad esigenze organizzative dell’azienda, il disabile ha diritto a non essere trasferito senza il proprio consenso [2]. In altre parole, in assenza di espresso consenso del dipendente, non è possibile il suo trasferimento dalla sede di lavoro. Ma questo diritto non prevale se la presenza del lavoratore nella sede di provenienza crea una incompatibilità ambientale.

Insomma, la tutela prevista a favore dei lavoratori portatori di handicap non è assoluta e illimitata; infatti, prevale l’esigenza di tutelare altri rilevanti interessi costituzionali, tra cui quello di impedire che l’organizzazione dell’azienda sia lesa in maniera consistente.


Se la misura del trasferimento è richiesta urgentemente da una sopravvenuta situazione di incompatibilità ambientale, la tutela prevista per i portatori di handicap viene meno e questi ultimi possono essere trasferiti in altra sede aziendale anche senza il loro consenso.

note

[1]  Cass. sent. n. 24775/13.

[2]  Art. 33, comma 6, della legge 104/92.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube